USA, AMAZON CONFERMA CHIUSURA PUNTI VENDITA FISICI E LIBRERIE

La superpotenza dell’e-commerce americano Amazon ha confermato la chiusura di 68 punti vendita fisici, inclusi tutte le sue librerie in seguito ad una rivalutazione della sua strategia sulle vendite al dettaglio.

Amazon aveva prima eliminato la concorrenza delle librerie tradizionali, poi ha cercato di rilanciarle sotto il suo brand, ma ora ne ha sancito la chiusura, assieme a due linee di negozi fisici, Amazon 4star, rivenditore di prodotti con rating elevati degli utenti e Amazon PopUp. Il gigante americano ad oggi intende invece puntare sui negozi di alimentari come Amazon Fresh e Whole Foods e su Amazon Style, negozi di abbigliamento dove è in corso la sperimentazione di  modelli tecnologici di acquisto che tendono ad eliminare la presenza fisica di commessi e cassieri.
L’azienda ha poi voluto annunciare reintegrerà i lavoratori che rischiano di perdere il posto.

La superpotenza dell’e-commerce americano Amazon ha confermato la chiusura di 68 punti vendita fisici, inclusi tutte le sue librerie in seguito ad una rivalutazione della sua strategia sulle vendite al dettaglio.

Amazon aveva prima eliminato la concorrenza delle librerie tradizionali, poi ha cercato di rilanciarle sotto il suo brand, ma ora ne ha sancito la chiusura, assieme a due linee di negozi fisici, Amazon 4star, rivenditore di prodotti con rating elevati degli utenti e Amazon PopUp. Il gigante americano ad oggi intende invece puntare sui negozi di alimentari come Amazon Fresh e Whole Foods e su Amazon Style, negozi di abbigliamento dove è in corso la sperimentazione di  modelli tecnologici di acquisto che tendono ad eliminare la presenza fisica di commessi e cassieri.
L’azienda ha poi voluto annunciare reintegrerà i lavoratori che rischiano di perdere il posto.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli