USA, CORTE SUPREMA SENTENZIA PENA DI MORTE PER ATTENTATORE BOSTON

La Corte Suprema americana, nella giornata di venerdì, ha ripristinato la pena di morte per l’attentatore alla maratona di Boston Dzhokhar Tsarnaev.

La decisione arivvata dopo una votazione terminata con il voto di 6 a 3 ha eliminato una sentenza della corte d’appello federale che aveva cancellato la pena di morte poiché “non aveva ricevuto un processo equo davanti a una giuria imparziale”.

“Dzhokhar Tsarnaev ha commesso crimini efferati”, ha commentato il giudice Clarence Thomas, secondo i documenti del tribunale. “Il sesto emendamento gli garantiva comunque un processo equo davanti a una giuria imparziale. Ne ha ricevuto uno”.

Tsarnaev, che sta scontando l’ergastolo per aver ucciso tre persone e ferite centinaia, rimarrà nel braccio della morte nella prigione di massima sicurezza del Colorado, aspettando la decisione sulle modalità di esecuzione.

La Corte Suprema americana, nella giornata di venerdì, ha ripristinato la pena di morte per l’attentatore alla maratona di Boston Dzhokhar Tsarnaev.

La decisione arivvata dopo una votazione terminata con il voto di 6 a 3 ha eliminato una sentenza della corte d’appello federale che aveva cancellato la pena di morte poiché “non aveva ricevuto un processo equo davanti a una giuria imparziale”.

“Dzhokhar Tsarnaev ha commesso crimini efferati”, ha commentato il giudice Clarence Thomas, secondo i documenti del tribunale. “Il sesto emendamento gli garantiva comunque un processo equo davanti a una giuria imparziale. Ne ha ricevuto uno”.

Tsarnaev, che sta scontando l’ergastolo per aver ucciso tre persone e ferite centinaia, rimarrà nel braccio della morte nella prigione di massima sicurezza del Colorado, aspettando la decisione sulle modalità di esecuzione.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli