USA: INCONTRO BIDEN-DRAGHI-MACRON-SCHOLZ-JOHNSON

L’ incontro a cinque che ha visto come protagonisti oggi il presidente Usa Joe Biden, il leader francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, il presidente del Consiglio Mario Draghi e il primo ministro britannico Boris Johnson si è incentrato sulle modalità per procedere nel sostegno all’Ucraina. L’ha riportato la portavoce della Casa bianca Jen Psaki nella sua conferenza stampa odierna.

“Hanno discusso delle gravi preoccupazioni per il brutale attacco russo contro l’Ucraina, compresi gli attacchi contro i civili, e hanno sottolineato il continuativo sostegno all’Ucraina, compresa la fornitura di assistenza alla sicurezza per i coraggiosi ucraini che stanno difendendo il loro paese dall’aggressione russa, e l’assistenza umanitaria per milioni di ucraini che stanno fuggendo dalla violenza. Hanno inoltre passato in rassegna gli sforzi diplomatici per raggiungere il cessate-il-fuoco richiesto dall’Ucraina”, ha affermato Psaki.

“Il presidente vedrà i leader di nuovo questa settimana e questa telefonata è con un gruppo di leader che ha visto alcune volte e, quando hanno avuto l’ultimo colloquio, la scorsa settimana o quella prima, si sono lasciati con l’idea di farlo su base regolare”, ha aggiunto la portavoce. Questo con lo scopo di “mantenere una linea aperta di comunicazione su come rispondere all’azione brutale del presidente Putin in Ucraina”.

L’ incontro a cinque che ha visto come protagonisti oggi il presidente Usa Joe Biden, il leader francese Emmanuel Macron, il cancelliere tedesco Olaf Scholz, il presidente del Consiglio Mario Draghi e il primo ministro britannico Boris Johnson si è incentrato sulle modalità per procedere nel sostegno all’Ucraina. L’ha riportato la portavoce della Casa bianca Jen Psaki nella sua conferenza stampa odierna.

“Hanno discusso delle gravi preoccupazioni per il brutale attacco russo contro l’Ucraina, compresi gli attacchi contro i civili, e hanno sottolineato il continuativo sostegno all’Ucraina, compresa la fornitura di assistenza alla sicurezza per i coraggiosi ucraini che stanno difendendo il loro paese dall’aggressione russa, e l’assistenza umanitaria per milioni di ucraini che stanno fuggendo dalla violenza. Hanno inoltre passato in rassegna gli sforzi diplomatici per raggiungere il cessate-il-fuoco richiesto dall’Ucraina”, ha affermato Psaki.

“Il presidente vedrà i leader di nuovo questa settimana e questa telefonata è con un gruppo di leader che ha visto alcune volte e, quando hanno avuto l’ultimo colloquio, la scorsa settimana o quella prima, si sono lasciati con l’idea di farlo su base regolare”, ha aggiunto la portavoce. Questo con lo scopo di “mantenere una linea aperta di comunicazione su come rispondere all’azione brutale del presidente Putin in Ucraina”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli