Vaia: “Omicron 5 è come se fosse un nuovo virus, buca i vaccini”

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera il Prof. Francesco Vaia, direttore dello Spallanzani, ha affrontato l’attualità pandemica legata alla maggiore circolazione della variante Omicron e alla conseguente impennata dei contagi. Ai toni allarmanti ed allarmisti in circolazione, Vaia oppone calma ed ottimismo. Rassicura. Omicron 5 afferma il professore: “E’ una variante maggiormente contagiosa. In pratica è come se fosse un nuovo virus: buca i vaccini che non sono aggiornati” però continua “chi parla di lockdown, esagera: il Paese deve andare avanti e mai tornare indietro”.

Non solo. Sul vaccino come mezzo di protezione, soprattutto, dei più fragili, il professore ribadisce che: “E’ uno strumento fondamentale per proteggere dalle forme gravi della malattia” e che “noi dobbiamo anticipare il virus e non rincorrere, quindi vanno messi in sicurezza, il prima possibile, i soggetti fragili e gli anziani con la quarta dose”. Ma il direttore è certo che sia necessario intervenire, in vista dell’autunno, fornendo anche altre soluzioni ai cittadini: ”Oltre all’aggiornamento dei vaccini bisogna puntare sulla ventilazione meccanica in tutti i luoghi della socialità, a partire dalle scuole e dai mezzi pubblici… infatti un buon sistema di ventilazione è tre volte più efficace della mascherina”.

Insomma come già espresso in un post, pubblicato sulla sua pagina Facebook: “Devono guidarci ‘ottimismo e razionalità’, cautela e responsabilità sempre, mai allarmismo! Il problema non sono i concerti, lo sport, la vita sociale, la scuola ma come il sistema Italia consente a tutti di fruirne in sicurezza. No alla paura, Sì all’azione”.

Mariangela Marchioni

In un’intervista rilasciata al Corriere della Sera il Prof. Francesco Vaia, direttore dello Spallanzani, ha affrontato l’attualità pandemica legata alla maggiore circolazione della variante Omicron e alla conseguente impennata dei contagi. Ai toni allarmanti ed allarmisti in circolazione, Vaia oppone calma ed ottimismo. Rassicura. Omicron 5 afferma il professore: “E’ una variante maggiormente contagiosa. In pratica è come se fosse un nuovo virus: buca i vaccini che non sono aggiornati” però continua “chi parla di lockdown, esagera: il Paese deve andare avanti e mai tornare indietro”.

Non solo. Sul vaccino come mezzo di protezione, soprattutto, dei più fragili, il professore ribadisce che: “E’ uno strumento fondamentale per proteggere dalle forme gravi della malattia” e che “noi dobbiamo anticipare il virus e non rincorrere, quindi vanno messi in sicurezza, il prima possibile, i soggetti fragili e gli anziani con la quarta dose”. Ma il direttore è certo che sia necessario intervenire, in vista dell’autunno, fornendo anche altre soluzioni ai cittadini: ”Oltre all’aggiornamento dei vaccini bisogna puntare sulla ventilazione meccanica in tutti i luoghi della socialità, a partire dalle scuole e dai mezzi pubblici… infatti un buon sistema di ventilazione è tre volte più efficace della mascherina”.

Insomma come già espresso in un post, pubblicato sulla sua pagina Facebook: “Devono guidarci ‘ottimismo e razionalità’, cautela e responsabilità sempre, mai allarmismo! Il problema non sono i concerti, lo sport, la vita sociale, la scuola ma come il sistema Italia consente a tutti di fruirne in sicurezza. No alla paura, Sì all’azione”.

Mariangela Marchioni

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli