Vezzali: “Lo sport è vitale anche per le città”

La pratica sportiva, insieme a salute e ambiente, devono divenire temi centrali delle politiche nazionali. E’ questo, in estrema sintesi, il senso dell’intervento del detto il sottosegretario Valentina Vezzali alla presentazione, a Roma, della giornata nazionale “Rigenera in salute la tua città, che si celebrerà il 2 luglio.

“L’obiettivo di rigenerare le città, intese non solo come contenitore ma come insieme di soggetti e spazio vitale della comunità, si persegue principalmente attraverso il benessere della popolazione, che va raggiunto anche con la pratica sportiva” ha spiegato Vezzali. Che ha poi aggiunto: “il mio impegno è quello di incentivare alla pratica sportiva dotando le città e le realtà locali di strutture adeguate” sia creando nuovi impianti sia soprattutto ristrutturando quelli già esistenti.

“Con la collaborazione del Dipartimento per lo sport e di Sport e salute, stiamo attuando una serie di progetti volti proprio a sostenere la pratica sportiva e i luoghi ove questa viene svolta. Il progetto, da me definito Sport di Tutti, è finalizzato a questo” ha detto ancora il sottosegretario, che ha poi ricordato che il progetto in questione “parte da un’attenta osservazione del territorio: nelle realtà con meno di 50.000 abitanti sono presenti l’80% di tutti gli impianti sportivi non funzionanti”, per cui “il 90% degli interventi proposti sono destinati a questi piccoli comuni”. Interventi per i quali “nel 2022 in totale verranno messi a disposizione oltre 1,2 miliardi di euro”, da destinarsi appunto allo sviluppo e all’innovazione del settore sportivo.

La pratica sportiva, insieme a salute e ambiente, devono divenire temi centrali delle politiche nazionali. E’ questo, in estrema sintesi, il senso dell’intervento del detto il sottosegretario Valentina Vezzali alla presentazione, a Roma, della giornata nazionale “Rigenera in salute la tua città, che si celebrerà il 2 luglio.

“L’obiettivo di rigenerare le città, intese non solo come contenitore ma come insieme di soggetti e spazio vitale della comunità, si persegue principalmente attraverso il benessere della popolazione, che va raggiunto anche con la pratica sportiva” ha spiegato Vezzali. Che ha poi aggiunto: “il mio impegno è quello di incentivare alla pratica sportiva dotando le città e le realtà locali di strutture adeguate” sia creando nuovi impianti sia soprattutto ristrutturando quelli già esistenti.

“Con la collaborazione del Dipartimento per lo sport e di Sport e salute, stiamo attuando una serie di progetti volti proprio a sostenere la pratica sportiva e i luoghi ove questa viene svolta. Il progetto, da me definito Sport di Tutti, è finalizzato a questo” ha detto ancora il sottosegretario, che ha poi ricordato che il progetto in questione “parte da un’attenta osservazione del territorio: nelle realtà con meno di 50.000 abitanti sono presenti l’80% di tutti gli impianti sportivi non funzionanti”, per cui “il 90% degli interventi proposti sono destinati a questi piccoli comuni”. Interventi per i quali “nel 2022 in totale verranno messi a disposizione oltre 1,2 miliardi di euro”, da destinarsi appunto allo sviluppo e all’innovazione del settore sportivo.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli