Von der Leyen: limite “ricavi” compagnie energia porterà a Stati 140 mld

La Commissione europea propone un limite massimo ai fatturati delle società che producono elettricità “a basso costo”, intendendo da fonti non legate ai combustibili fossili i quali hanno subito un importante aumento del costo, come le rinnovabili, e intende convogliare le entrate in eccedenza nei bilanci pubblici. A tal proposito, la presidente della Commissione, Ursula Von der Leyen ha dichiarato: “La nostra proposta raccoglierà più di 140 miliardi di euro a favore degli Stati membri””, per attenuare gli effetti dei rincari energetici. “Queste compagnie stanno realizzando fatturati che non avevano mai né previsto né sognato. Nelle nostre economie sociali di mercato i profitti sono una cosa buona. In questi tempi è sbagliato ottenere profitti record straordinari beneficiando dalla guerra sulle spalle dei consumatori. In questi tempi i profitti devono essere condivisi e convogliati verso quelli che ne hanno più bisogno” ha concluso.

La Commissione europea propone un limite massimo ai fatturati delle società che producono elettricità “a basso costo”, intendendo da fonti non legate ai combustibili fossili i quali hanno subito un importante aumento del costo, come le rinnovabili, e intende convogliare le entrate in eccedenza nei bilanci pubblici. A tal proposito, la presidente della Commissione, Ursula Von der Leyen ha dichiarato: “La nostra proposta raccoglierà più di 140 miliardi di euro a favore degli Stati membri””, per attenuare gli effetti dei rincari energetici. “Queste compagnie stanno realizzando fatturati che non avevano mai né previsto né sognato. Nelle nostre economie sociali di mercato i profitti sono una cosa buona. In questi tempi è sbagliato ottenere profitti record straordinari beneficiando dalla guerra sulle spalle dei consumatori. In questi tempi i profitti devono essere condivisi e convogliati verso quelli che ne hanno più bisogno” ha concluso.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli