Zelensky ha fretta di entrare nella Ue: “L’Ucraina non può aspettare anni”

Il 28 febbraio scorso, l’Ucraina ha presentato la propria candidatura di adesione all’Ue, ben cinque giorni dopo l’inizio della guerra, puntando a velocizzare l’iter del proprio ingresso. Il presidente ucraino ha fretta e vorrebbe che l’Ucraina, vista la drammatica situazione in cui versa, ottenesse quanto prima l’agognato riconoscimento, anche anticipando paesi come Albania, la Moldavia, o la Macedonia del Nord, che sono in lizza da anni per diventare membri Ue. Oggi Zelensky è tornato sul tema premendo affinché una decisone risolutiva in senso positivo della questione abbia luogo.

Su Telegram, infatti, il premier ucraino, ha ribadito che: “E’ da 115 giorni che ci siamo candidati e il nostro percorso verso l’ingresso nell’Ue non deve durare anni o decenni. Dobbiamo percorrere in fretta questa strada, fare la nostra parte del lavoro in modo perfetto, In modo da permettere ai nostri amici dell’Unione Europa di prendere un’altra storica decisione per noi”. Nel frattempo la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, in collegamento video con il Parlamento ucraino, dove è stata esposta la bandiera dell’Ue, ha dato pieno sostegno alle istanze ucraine, ribadendo che l’Europa è vicina all’Ucraina, ma che ci vuole tempo e che la strada da percorrere è ancora lunga.Queste le sue dichiarazioni: “L’Europa sarà al fianco dell’Ucraina in ogni fase del percorso verso l’adesione alla Ue, sebbene vi sia una lunga strada da percorrere per diventare un membro dell’Unione Europea”.

Mariangela Marchioni

Il 28 febbraio scorso, l’Ucraina ha presentato la propria candidatura di adesione all’Ue, ben cinque giorni dopo l’inizio della guerra, puntando a velocizzare l’iter del proprio ingresso. Il presidente ucraino ha fretta e vorrebbe che l’Ucraina, vista la drammatica situazione in cui versa, ottenesse quanto prima l’agognato riconoscimento, anche anticipando paesi come Albania, la Moldavia, o la Macedonia del Nord, che sono in lizza da anni per diventare membri Ue. Oggi Zelensky è tornato sul tema premendo affinché una decisone risolutiva in senso positivo della questione abbia luogo.

Su Telegram, infatti, il premier ucraino, ha ribadito che: “E’ da 115 giorni che ci siamo candidati e il nostro percorso verso l’ingresso nell’Ue non deve durare anni o decenni. Dobbiamo percorrere in fretta questa strada, fare la nostra parte del lavoro in modo perfetto, In modo da permettere ai nostri amici dell’Unione Europa di prendere un’altra storica decisione per noi”. Nel frattempo la presidente della Commissione Europea, Ursula von der Leyen, in collegamento video con il Parlamento ucraino, dove è stata esposta la bandiera dell’Ue, ha dato pieno sostegno alle istanze ucraine, ribadendo che l’Europa è vicina all’Ucraina, ma che ci vuole tempo e che la strada da percorrere è ancora lunga.Queste le sue dichiarazioni: “L’Europa sarà al fianco dell’Ucraina in ogni fase del percorso verso l’adesione alla Ue, sebbene vi sia una lunga strada da percorrere per diventare un membro dell’Unione Europea”.

Mariangela Marchioni

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli