Addio a Tony Binarelli, il mago della TV

Ci ha lasciati, all’ospedale Pertini di Roma, Tony Binarelli. L’esperto di illusionismo aveva 81 anni. Nella sua lunga carriera aveva lavorato con Corrado, Mike Bongiorno, Pippo Baudo e Maurizio Costanzo.  Arrivato in TV nei primi anni settanta, ha partecipato alle prime edizioni di Domenica In condotte da Corrado. Nella stessa trasmissione è stato anche al fianco di Maurizio Costanzo, tra il 1991 ed il 1994. Amante di magia sin da adolescente, è stato consulente al Sistina per molte edizioni teatrali. Binarelli ha anche diretto e fondato la rivista specializzata Qui Magia, che è anche il nome del corso e trofeo che ha ideato e dal 1995, per dieci hanno ha diretto. Nel 2004 organizza la prima settimana magica italiana al Magic Castle di Hollywood, inserita nelle iniziative culturali del Consolato italiano di Los Angeles.

Nato a Roma il 16 settembre del 1940, Binarelli oltre che personaggio noto di tanti programmi televisivi, ha avuto anche delle esperienze cinematografiche: è stato spesso impiegato per fare da controfigura ai giochi di carte in cui erano protagonisti gli attori del grande schermo. Tra loro anche Terence Hill, nel popolarissimo Continuavano a chiamarlo Trinità di E. B. Clucher.

Ci ha lasciati, all’ospedale Pertini di Roma, Tony Binarelli. L’esperto di illusionismo aveva 81 anni. Nella sua lunga carriera aveva lavorato con Corrado, Mike Bongiorno, Pippo Baudo e Maurizio Costanzo.  Arrivato in TV nei primi anni settanta, ha partecipato alle prime edizioni di Domenica In condotte da Corrado. Nella stessa trasmissione è stato anche al fianco di Maurizio Costanzo, tra il 1991 ed il 1994. Amante di magia sin da adolescente, è stato consulente al Sistina per molte edizioni teatrali. Binarelli ha anche diretto e fondato la rivista specializzata Qui Magia, che è anche il nome del corso e trofeo che ha ideato e dal 1995, per dieci hanno ha diretto. Nel 2004 organizza la prima settimana magica italiana al Magic Castle di Hollywood, inserita nelle iniziative culturali del Consolato italiano di Los Angeles.

Nato a Roma il 16 settembre del 1940, Binarelli oltre che personaggio noto di tanti programmi televisivi, ha avuto anche delle esperienze cinematografiche: è stato spesso impiegato per fare da controfigura ai giochi di carte in cui erano protagonisti gli attori del grande schermo. Tra loro anche Terence Hill, nel popolarissimo Continuavano a chiamarlo Trinità di E. B. Clucher.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli