Aquarius cresce, per combattere le perdite idriche



Aquarius continua i suoi passi, cominciati due anni fa, per combattere le perdite idriche degli acquedotti. A2A, attraverso la controllata A2A Ciclo Idrico, e Pipecare – società che si occupa di tecnologie innovative per la ricerca e la riparazione delle perdite idriche – vogliono mettere a fattor comune l’esperienza e le buone pratiche per proporre soluzioni avanzate nella gestione delle reti idriche.

Proprio con Aquarius è nata la partnership tra A2A e Pipecare: a Brescia su larga scala ha consentito un riammodernamento della rete acquedottistica e una consistente riduzione delle perdite di acqua in città.

Ora, con questo nuovo accordo, A2A e Pipecare vogliono mettere a disposizione di tutte le città e di tutti i gestori del servizio idrico le soluzioni che hanno già avuto successo a Brescia, grazie alle moderne tecnologie Aquarius Spectrum e Curapipe TALR.

Si tratta di un sistema di monitoraggio continuo basato su una rete di sensori, che trasmette le informazioni ad una piattaforma di elaborazione dati, permette la localizzazione delle dispersioni, mentre innovative tecniche “no dig” (senza scavi), attraverso una particolare resina sigillante, consentono di riparare contemporaneamente e in un unico passaggio tutte le perdite presenti nelle tubazioni principali e negli allacciamenti, riuscendo ad intervenire su qualsiasi materiale.

E’ una modalità all’avanguardia, basata su un modello di integrazione tecnologica e digitale, attraverso un processo di manutenzione predittiva, che permette di intervenire tempestivamente e ripristinare l’integrità di diverse centinaia di metri di tubazione in pochissime ore, senza cantieri stradali, limitando eventuali disagi che ne derivano.

Un lavoro e un impegno, quelli di A2A, serviti ad operare in modo sempre più efficiente, migliorando sensibilmente i propri standard qualitativi sull’intero bacino dei 74 comuni gestiti.

 Per Pipecare l’avvio di questa collaborazione, con uno dei gruppi più rilevanti ed all’avanguardia in Italia, conferma l’importanza di puntare su nuove tecnologie per ottenere risultati rapidi e sostenibili nell’efficientamento del ciclo idrico, grazie a soluzioni innovative per la digitalizzazione e il monitoraggio delle reti idriche e la loro riparazione con tecnologie trenchless.



Aquarius continua i suoi passi, cominciati due anni fa, per combattere le perdite idriche degli acquedotti. A2A, attraverso la controllata A2A Ciclo Idrico, e Pipecare – società che si occupa di tecnologie innovative per la ricerca e la riparazione delle perdite idriche – vogliono mettere a fattor comune l’esperienza e le buone pratiche per proporre soluzioni avanzate nella gestione delle reti idriche.

Proprio con Aquarius è nata la partnership tra A2A e Pipecare: a Brescia su larga scala ha consentito un riammodernamento della rete acquedottistica e una consistente riduzione delle perdite di acqua in città.

Ora, con questo nuovo accordo, A2A e Pipecare vogliono mettere a disposizione di tutte le città e di tutti i gestori del servizio idrico le soluzioni che hanno già avuto successo a Brescia, grazie alle moderne tecnologie Aquarius Spectrum e Curapipe TALR.

Si tratta di un sistema di monitoraggio continuo basato su una rete di sensori, che trasmette le informazioni ad una piattaforma di elaborazione dati, permette la localizzazione delle dispersioni, mentre innovative tecniche “no dig” (senza scavi), attraverso una particolare resina sigillante, consentono di riparare contemporaneamente e in un unico passaggio tutte le perdite presenti nelle tubazioni principali e negli allacciamenti, riuscendo ad intervenire su qualsiasi materiale.

E’ una modalità all’avanguardia, basata su un modello di integrazione tecnologica e digitale, attraverso un processo di manutenzione predittiva, che permette di intervenire tempestivamente e ripristinare l’integrità di diverse centinaia di metri di tubazione in pochissime ore, senza cantieri stradali, limitando eventuali disagi che ne derivano.

Un lavoro e un impegno, quelli di A2A, serviti ad operare in modo sempre più efficiente, migliorando sensibilmente i propri standard qualitativi sull’intero bacino dei 74 comuni gestiti.

 Per Pipecare l’avvio di questa collaborazione, con uno dei gruppi più rilevanti ed all’avanguardia in Italia, conferma l’importanza di puntare su nuove tecnologie per ottenere risultati rapidi e sostenibili nell’efficientamento del ciclo idrico, grazie a soluzioni innovative per la digitalizzazione e il monitoraggio delle reti idriche e la loro riparazione con tecnologie trenchless.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli