Breton (Ue): “L’obiettivo è arrivare alll’immunità in Europa per giugno”

Il commissario Ue responsabile dei vaccini, Thierry Breton, ha detto al tg di TF1 che “l’Europa è ora il continente che produce più vaccini” e che “il ritardo nella campagna vaccinale, rispetto a Usa e Gran Bretagna”, è “di sole 3 settimane”. “I vaccini non ci mancheranno, saranno pronti e molto rapidamente”. “L’obiettivo – ha sottolineato Breton – è l’immunità per l’Europa entro il mese di giugno”. Ha poi precisato una data “simbolica come il 14 luglio”, festa nazionale francese: “Quel giorno l’Europa avrà raggiunto l’immunità”.  Breton ha aggiunto che l’Europa non avrà bisogno del vaccino russo: “Priorità ai vaccini fabbricati sul territorio europeo”, ha sottolineato il commissario Ue. “Non avremo assolutamente bisogno del vaccino Sputnik V. I russi hanno grandi difficoltà a produrlo e noi li aiuteremo nel secondo semestre se ne avranno bisogno”, ha aggiunto.

 

Il commissario Ue responsabile dei vaccini, Thierry Breton, ha detto al tg di TF1 che “l’Europa è ora il continente che produce più vaccini” e che “il ritardo nella campagna vaccinale, rispetto a Usa e Gran Bretagna”, è “di sole 3 settimane”. “I vaccini non ci mancheranno, saranno pronti e molto rapidamente”. “L’obiettivo – ha sottolineato Breton – è l’immunità per l’Europa entro il mese di giugno”. Ha poi precisato una data “simbolica come il 14 luglio”, festa nazionale francese: “Quel giorno l’Europa avrà raggiunto l’immunità”.  Breton ha aggiunto che l’Europa non avrà bisogno del vaccino russo: “Priorità ai vaccini fabbricati sul territorio europeo”, ha sottolineato il commissario Ue. “Non avremo assolutamente bisogno del vaccino Sputnik V. I russi hanno grandi difficoltà a produrlo e noi li aiuteremo nel secondo semestre se ne avranno bisogno”, ha aggiunto.

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli