DI MAIO: ARMI A UCRAINA SERVE A CONSENTIRE NEGOZIATO EQUILIBRATO

Sostenere l’Ucraina con forniture di armi è utile anche per consentire un “negoziato meno squilibrato tra le parti che altrimenti si tradurrebbe in una mera capitolazione”. È quanto dichiarato oggi da Luigi Di Maio in un intervento alla Camera.

Il ministro degli Esteri ha poi aggiunto: “Stiamo dimostrando concretamente il sostegno europeo all’Ucraina con approvazione di misure di assistenza a valere sullo strumento europeo per la pace per la fornitura a Kiev di equipaggiamenti letali e non letali del valore di 500 milioni di euro”.

Di Maio ha concluso: “Aiutare chi è vittima di aggressione a difendersi con maggiore efficacia rispetto agli attacchi indiscriminati dell’aggressore non è solo un obbligo morale ma consente di fare possibilità a un negoziato meno squilibrato tra le parti che altrimenti si tradurrebbe in una mera capitolazione”.

Sostenere l’Ucraina con forniture di armi è utile anche per consentire un “negoziato meno squilibrato tra le parti che altrimenti si tradurrebbe in una mera capitolazione”. È quanto dichiarato oggi da Luigi Di Maio in un intervento alla Camera.

Il ministro degli Esteri ha poi aggiunto: “Stiamo dimostrando concretamente il sostegno europeo all’Ucraina con approvazione di misure di assistenza a valere sullo strumento europeo per la pace per la fornitura a Kiev di equipaggiamenti letali e non letali del valore di 500 milioni di euro”.

Di Maio ha concluso: “Aiutare chi è vittima di aggressione a difendersi con maggiore efficacia rispetto agli attacchi indiscriminati dell’aggressore non è solo un obbligo morale ma consente di fare possibilità a un negoziato meno squilibrato tra le parti che altrimenti si tradurrebbe in una mera capitolazione”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli