DL BOLLETTE, BERUTTI (IAC): SERVE CAMBIAMENTO SULL’ APPROVVIGIONAMENTO

“Il Dl approvato oggi in Senato stanzia altri 6,2 miliardi per contenere nel secondo trimestre 2022 il caro bollette di energia elettrica e gas per utenze domestiche e non domestiche. Certamente una giusta e necessaria boccata di ossigeno a famiglie e imprese, serve continuare su questo passo e puntare ad un cambiamento strutturale sull’approvvigionamento”. Questo quanto scritto in un comunicato dal  componente del gruppo misto al Senato Berutti.

ll senatore ha aggiunto: “Bene la transizione del settore dell’Automotive, il fondo e la sburocratizzazione delle energie rinnovabili. Ora non dobbiamo più perdere tempo e mettere in condizione il nostro Paese di auspicare in prospettiva un passo avanti verso il nucleare e di costruire gli impianti per produrle: eolico, fotovoltaico, solare termico, geotermico, biogas, bio-metano, bio-carburanti. Nei futuri provvedimenti governativi ci aspettiamo soluzioni mirate, rapide e strutturali”.

“Il Dl approvato oggi in Senato stanzia altri 6,2 miliardi per contenere nel secondo trimestre 2022 il caro bollette di energia elettrica e gas per utenze domestiche e non domestiche. Certamente una giusta e necessaria boccata di ossigeno a famiglie e imprese, serve continuare su questo passo e puntare ad un cambiamento strutturale sull’approvvigionamento”. Questo quanto scritto in un comunicato dal  componente del gruppo misto al Senato Berutti.

ll senatore ha aggiunto: “Bene la transizione del settore dell’Automotive, il fondo e la sburocratizzazione delle energie rinnovabili. Ora non dobbiamo più perdere tempo e mettere in condizione il nostro Paese di auspicare in prospettiva un passo avanti verso il nucleare e di costruire gli impianti per produrle: eolico, fotovoltaico, solare termico, geotermico, biogas, bio-metano, bio-carburanti. Nei futuri provvedimenti governativi ci aspettiamo soluzioni mirate, rapide e strutturali”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Squalo bianco

Il lato sinistro di Giuseppi

Lega Sud

Sorpresa il partito del Nord

Il ministro Fedriga