Eletto il nuovo procuratore generale di Cassazione: è Luigi Salvato

Il Consiglio superiore della magistratura, con 17 voti, lo ha preferito agli altri candidati

Il plenum straordinario del Consiglio superiore della magistratura, presieduto in persona per l’occasione da Sergio Mattarella, ha eletto il nuovo procuratore generale della Corte di Cassazione. Si tratta di Luigi Salvato, che ha ottenuto 17 voti contro gli 8 di Luigi Riello (procuratore generale di Napoli). Da registrare anche un’astensione. Salvato, che attualmente è vice procuratore generale della Corte di Cassazione, subentrerà a Giovanni Salvi.

Nell’intervenire a sostegno della candidatura di Salvato, il togato di Unicost Michele Ciambellini ha sottolineato innanzitutto la sua lunga esperienza in Cassazione, dove dal 2018 ha ricoperto incarichi direttivi ed ha quindi precisato che i due candidati proposti al plenum per l’incarico “si affiancano, trattandosi di persone che “rappresentano esempi di magistrati e giuristi”.

Quanto al relatore della seconda candidatura, quella di Riello, Antonio D’Amato (Magistratura Indipendente) ha evidenziato “la completezza e la poliedricità delle sue esperienze in primo e secondo grado, oltre ad 8 anni trascorsi alla procura della Cassazione. Esperienze che spaziano dal settore civile al penale, fino al disciplinare”.

Da citare infine, come riportato da Adnkronos, il messaggio di congratulazioni al nuovo procuratore generale rivoltegli dal presidente della Repubblica, in cui Mattarella ha espresso anche apprezzamento per gli altri partecipanti alla procedura di selezione: “Sono certo che il procuratore Salvato saprà assicurare una guida efficace della Procura generale, alla luce delle sue comprovate qualità professionali e della sua capacità organizzativa”.

Il plenum straordinario del Consiglio superiore della magistratura, presieduto in persona per l’occasione da Sergio Mattarella, ha eletto il nuovo procuratore generale della Corte di Cassazione. Si tratta di Luigi Salvato, che ha ottenuto 17 voti contro gli 8 di Luigi Riello (procuratore generale di Napoli). Da registrare anche un’astensione. Salvato, che attualmente è vice procuratore generale della Corte di Cassazione, subentrerà a Giovanni Salvi.

Nell’intervenire a sostegno della candidatura di Salvato, il togato di Unicost Michele Ciambellini ha sottolineato innanzitutto la sua lunga esperienza in Cassazione, dove dal 2018 ha ricoperto incarichi direttivi ed ha quindi precisato che i due candidati proposti al plenum per l’incarico “si affiancano, trattandosi di persone che “rappresentano esempi di magistrati e giuristi”.

Quanto al relatore della seconda candidatura, quella di Riello, Antonio D’Amato (Magistratura Indipendente) ha evidenziato “la completezza e la poliedricità delle sue esperienze in primo e secondo grado, oltre ad 8 anni trascorsi alla procura della Cassazione. Esperienze che spaziano dal settore civile al penale, fino al disciplinare”.

Da citare infine, come riportato da Adnkronos, il messaggio di congratulazioni al nuovo procuratore generale rivoltegli dal presidente della Repubblica, in cui Mattarella ha espresso anche apprezzamento per gli altri partecipanti alla procedura di selezione: “Sono certo che il procuratore Salvato saprà assicurare una guida efficace della Procura generale, alla luce delle sue comprovate qualità professionali e della sua capacità organizzativa”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli