ENERGIA, AMBASCIATORE RUSSIA: PAGAMENTI IN RUBLI GRAZIE A SANZIONI

La scelta di Putin per le modalità di pagamento per le forniture di gas “è una decisione che segue le sanzioni drastiche introdotte contro la Russia”. Dichiarazione  dell’ambasciatore di Mosca in Italia, Sergej Razov, al di fuori del tribunale di Roma. “Ora aspettiamo la reazione dei nostri partner”, ha affermato.
“Dal 2014 contro la Russia sono state introdotte circa 5.500 limitazioni a livello internazionale contro la Russia e la logica dell’introduzione di questi atti non risponde alla logica di alcuna analisi”, ha proseguito l’ ambasciatore.

“La Russia per decenni ha fornito il gas in Europa e in Italia secondo quanto previsto dai contratti. L’anno scorso all’Italia sono stati forniti circa 23 miliardi di metri cubi di gas, ed è stato dichiarato anche che, se l’Italia ha bisogno di aumentare i volumi, siamo pronti a considerare positivamente tale richiesta”ha concluso Razov.

La scelta di Putin per le modalità di pagamento per le forniture di gas “è una decisione che segue le sanzioni drastiche introdotte contro la Russia”. Dichiarazione  dell’ambasciatore di Mosca in Italia, Sergej Razov, al di fuori del tribunale di Roma. “Ora aspettiamo la reazione dei nostri partner”, ha affermato.
“Dal 2014 contro la Russia sono state introdotte circa 5.500 limitazioni a livello internazionale contro la Russia e la logica dell’introduzione di questi atti non risponde alla logica di alcuna analisi”, ha proseguito l’ ambasciatore.

“La Russia per decenni ha fornito il gas in Europa e in Italia secondo quanto previsto dai contratti. L’anno scorso all’Italia sono stati forniti circa 23 miliardi di metri cubi di gas, ed è stato dichiarato anche che, se l’Italia ha bisogno di aumentare i volumi, siamo pronti a considerare positivamente tale richiesta”ha concluso Razov.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli