ENERGIA, CRIPPA (M5S): AIUTI A FAMIGLIE E IMPRESE DEVONO CONTINUARE

In merito alla questione relativa al caro bollette è intervenuto oggi il  capogruppo M5S alla Camera Davide Crippa, affermando: “L`impegno contro il caro bollette deve proseguire con forza e determinazione perché la pandemia energetica, purtroppo, non è alle nostre spalle. Dobbiamo continuare a garantire aiuti a famiglie e imprese ma essere capaci anche di intervenire alla radice del problema, in maniera strutturale”.

Il capogruppo pentastellato ha proseguito: “La Commissione europea ha appena dato il via libera a Spagna e Portogallo per l`introduzione di un tetto al prezzo del gas da applicare agli impianti di produzione di energia. Anche se i sistemi energetici dei due Paesi hanno caratteristiche particolari, rispetto a quelle degli altri Stati, si tratta comunque di un passo verso l`applicazione di un tetto ai prezzi del gas. Nell`attuale contesto anche l`Italia deve prendere posizione. Bisogna decidere se è nell’interesse di cittadini e imprese aprire lo stesso meccanismo anche al mercato italiano”.

“Ricordiamo che in Parlamento, grazie a un nostro emendamento, si è introdotta una norma che fornisce all`Autorità per l`Energia un chiaro strumento per introdurre una sorta di ‘cap’ ai prezzi dell`energia, legandoli ai reali costi di approvvigionamento e svincolandoli dal TTF olandese, un indice oggetto di speculazioni che ormai non risponde più alla realtà. L`attuale sistema espone i consumatori a fluttuazioni dei prezzi violente e improvvise.
Oggi, infatti, il prezzo è salito oltre i 107 euro per megawattora. Dobbiamo cambiare sistema per difendere famiglie e imprese dai maxi-rincari in bolletta” ha terminato Crippa.

In merito alla questione relativa al caro bollette è intervenuto oggi il  capogruppo M5S alla Camera Davide Crippa, affermando: “L`impegno contro il caro bollette deve proseguire con forza e determinazione perché la pandemia energetica, purtroppo, non è alle nostre spalle. Dobbiamo continuare a garantire aiuti a famiglie e imprese ma essere capaci anche di intervenire alla radice del problema, in maniera strutturale”.

Il capogruppo pentastellato ha proseguito: “La Commissione europea ha appena dato il via libera a Spagna e Portogallo per l`introduzione di un tetto al prezzo del gas da applicare agli impianti di produzione di energia. Anche se i sistemi energetici dei due Paesi hanno caratteristiche particolari, rispetto a quelle degli altri Stati, si tratta comunque di un passo verso l`applicazione di un tetto ai prezzi del gas. Nell`attuale contesto anche l`Italia deve prendere posizione. Bisogna decidere se è nell’interesse di cittadini e imprese aprire lo stesso meccanismo anche al mercato italiano”.

“Ricordiamo che in Parlamento, grazie a un nostro emendamento, si è introdotta una norma che fornisce all`Autorità per l`Energia un chiaro strumento per introdurre una sorta di ‘cap’ ai prezzi dell`energia, legandoli ai reali costi di approvvigionamento e svincolandoli dal TTF olandese, un indice oggetto di speculazioni che ormai non risponde più alla realtà. L`attuale sistema espone i consumatori a fluttuazioni dei prezzi violente e improvvise.
Oggi, infatti, il prezzo è salito oltre i 107 euro per megawattora. Dobbiamo cambiare sistema per difendere famiglie e imprese dai maxi-rincari in bolletta” ha terminato Crippa.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli