Energia, Messina: ognuno deve fare la propria parte

Lo ha detto al Tg1 il, Carlo Messina, consigliere delegato e CEO di Intesa Sanpaolo, è intervenuto al Tg1 in merito alla situazione del caro energia: “Non c’è dubbio che questa è una fase in cui dovremmo avere più supporto possibile dal punto di vista del supporto da parte dell’Europa, però credo che sia molto importante essere nelle condizioni di fare la propria parte e ognuno di noi deve rendersi indipendente anche dal supporto dell’Europa. Quindi in Italia esistono moltissime aziende con buona capacità di reddito e in salute, secondo me tutti insieme dobbiamo fare la nostra parte per sostenere il paese”.

Messina ha poi continuato: “E’ indispensabile che ognuno faccia la propria parte in un momento come questo. Chi ha più disponibilità deve metterle a favore della collettività, della comunità e delle famiglie ed è quello che noi intendiamo fare. Abbiamo già messo 22 miliardi di euro a disposizione delle imprese, adesso ne mettiamo 8 miliardi a favore delle famiglie per consentire di poter rateizzare a tasso zero le bollette e i costi incrementali delle famiglie consentire di avere prestiti personali a venti anni a tassi particolarmente agevolati”.

Lo ha detto al Tg1 il, Carlo Messina, consigliere delegato e CEO di Intesa Sanpaolo, è intervenuto al Tg1 in merito alla situazione del caro energia: “Non c’è dubbio che questa è una fase in cui dovremmo avere più supporto possibile dal punto di vista del supporto da parte dell’Europa, però credo che sia molto importante essere nelle condizioni di fare la propria parte e ognuno di noi deve rendersi indipendente anche dal supporto dell’Europa. Quindi in Italia esistono moltissime aziende con buona capacità di reddito e in salute, secondo me tutti insieme dobbiamo fare la nostra parte per sostenere il paese”.

Messina ha poi continuato: “E’ indispensabile che ognuno faccia la propria parte in un momento come questo. Chi ha più disponibilità deve metterle a favore della collettività, della comunità e delle famiglie ed è quello che noi intendiamo fare. Abbiamo già messo 22 miliardi di euro a disposizione delle imprese, adesso ne mettiamo 8 miliardi a favore delle famiglie per consentire di poter rateizzare a tasso zero le bollette e i costi incrementali delle famiglie consentire di avere prestiti personali a venti anni a tassi particolarmente agevolati”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli