Energia, Pichetto: iter burocratico fotovoltaico va semplificato

Gilberto Pichetto, senatore di Forza Italia e viceministro allo Sviluppo economico, quest’oggi  in un incontro con gli  imprenditori della provincia di Torino ha affermato: “Gli aumenti sulle bollette di gas e luce richiedono una maggiore e più decisa semplificazione normativa per l’installazione di impianti fotovoltaici: bisogna lavorare per rendere ancora più veloce l`iter burocratico da seguire per ottenere le necessarie autorizzazioni per l`installazione degli impianti e la loro connessione alla rete elettrica, e soprattutto aumentare le risorse pubbliche che permettono di ridurre il costo di acquisto. Le imprese lo richiedono a gran voce. Non c’è più tempo da perdere, gli aumenti di luce e gas non consentono ulteriori tentennamenti: in gioco c’è il futuro di milioni di aziende. Bisogna insistere per snellire coraggiosamente le procedure, valutare l’opportunità di incentivare tali impianti nell`ambito del Piano nazionale Transizione 4.0 e, al fine di mitigare il livello di rischio di questi investimenti, occorrerebbe prevedere la presenza della garanzia pubblica. Non possiamo perdere di vista, nemmeno per un attimo, le richieste e le necessità del cuore produttivo di questo Paese: oggi più che mai è il momento di agire”.

Gilberto Pichetto, senatore di Forza Italia e viceministro allo Sviluppo economico, quest’oggi  in un incontro con gli  imprenditori della provincia di Torino ha affermato: “Gli aumenti sulle bollette di gas e luce richiedono una maggiore e più decisa semplificazione normativa per l’installazione di impianti fotovoltaici: bisogna lavorare per rendere ancora più veloce l`iter burocratico da seguire per ottenere le necessarie autorizzazioni per l`installazione degli impianti e la loro connessione alla rete elettrica, e soprattutto aumentare le risorse pubbliche che permettono di ridurre il costo di acquisto. Le imprese lo richiedono a gran voce. Non c’è più tempo da perdere, gli aumenti di luce e gas non consentono ulteriori tentennamenti: in gioco c’è il futuro di milioni di aziende. Bisogna insistere per snellire coraggiosamente le procedure, valutare l’opportunità di incentivare tali impianti nell`ambito del Piano nazionale Transizione 4.0 e, al fine di mitigare il livello di rischio di questi investimenti, occorrerebbe prevedere la presenza della garanzia pubblica. Non possiamo perdere di vista, nemmeno per un attimo, le richieste e le necessità del cuore produttivo di questo Paese: oggi più che mai è il momento di agire”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli