Fisco, Codacons: esclusione Pos tabaccai danneggia il consumatore

L`estromissione dei tabaccai dall’elenco dei soggetti obbligati ad accettare i pagamenti con Pos creerà disagi agli utenti e introdurrà disparità di trattamento tra gli stessi esercenti. Questo quanto sostenuto oggi dal Codacons.
“La circolare dell`Agenzia delle Dogane e dei Monopoli crea una evidente discriminazione a danno degli stessi esercenti, prevedendo per i soli tabaccai una zona franca che li esonera dall`accettare i pagamenti con carta. Ma le ripercussioni più pesanti saranno quelle subite dagli utenti che, se vorranno acquistare tabacchi o marche da bollo, saranno costretti a ricorrere al contante”.
Per tale motivo “invitiamo i tabaccai a consentire, nonostante la circolare dell`Agenzia, i pagamenti con Pos in favore di quei cittadini che ne faranno richiesta”, ha terminato il Codacons.

L`estromissione dei tabaccai dall’elenco dei soggetti obbligati ad accettare i pagamenti con Pos creerà disagi agli utenti e introdurrà disparità di trattamento tra gli stessi esercenti. Questo quanto sostenuto oggi dal Codacons.
“La circolare dell`Agenzia delle Dogane e dei Monopoli crea una evidente discriminazione a danno degli stessi esercenti, prevedendo per i soli tabaccai una zona franca che li esonera dall`accettare i pagamenti con carta. Ma le ripercussioni più pesanti saranno quelle subite dagli utenti che, se vorranno acquistare tabacchi o marche da bollo, saranno costretti a ricorrere al contante”.
Per tale motivo “invitiamo i tabaccai a consentire, nonostante la circolare dell`Agenzia, i pagamenti con Pos in favore di quei cittadini che ne faranno richiesta”, ha terminato il Codacons.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli