Giornata Mondiale degli Oceani, il Wwf: “Pensiamo anche al Mediterraneo”

La Giornata mondiale degli Oceani è stata celebrata dal Wwf il week end passato con alcune attività che vedranno in azione per tutta l`estate la comunità di GenerAzioneMare, nata grazie alla campagna in difesa del Capitale Blu. Per il terzo anno il Wwf coinvolgerà volontari, cittadini, ricercatori, aziende, pescatori, aree marine protette, per difendere la bellezza, le risorse e il valore economico del mar Mediterraneo.  L’economia blu può, infatti, mettersi in moto solo con un’efficace protezione del mare e uno sviluppo sostenibile delle attività umane. In occasione della Giornata Mondiale Oceani, il Wwf ha lanciato anche il suo piano per il Mediterraneo, una proposta per superare la fase Post-Covid che al suo interno vede scenari di sviluppo economico da condividere con tutti i paesi e le comunità costiere del bacino. L’associazione ambientalista ha già stimato come l`economia legata agli oceani, nel Mediterraneo possa generare un valore annuo di quasi 400 milioni di euro, l`equivalente di oltre la metà del Fondo di recupero annuale dell`Unione Europea.  Nel corso dell`estate il Tour Plastic Free sarà proposto anche in chiave Self tour, per conciliare le necessarie regole di distanziamento con una delle azioni più significative di attivismo contro la contaminazione da plastica dei nostri mari.

Domenico Condello

La Giornata mondiale degli Oceani è stata celebrata dal Wwf il week end passato con alcune attività che vedranno in azione per tutta l`estate la comunità di GenerAzioneMare, nata grazie alla campagna in difesa del Capitale Blu. Per il terzo anno il Wwf coinvolgerà volontari, cittadini, ricercatori, aziende, pescatori, aree marine protette, per difendere la bellezza, le risorse e il valore economico del mar Mediterraneo.  L’economia blu può, infatti, mettersi in moto solo con un’efficace protezione del mare e uno sviluppo sostenibile delle attività umane. In occasione della Giornata Mondiale Oceani, il Wwf ha lanciato anche il suo piano per il Mediterraneo, una proposta per superare la fase Post-Covid che al suo interno vede scenari di sviluppo economico da condividere con tutti i paesi e le comunità costiere del bacino. L’associazione ambientalista ha già stimato come l`economia legata agli oceani, nel Mediterraneo possa generare un valore annuo di quasi 400 milioni di euro, l`equivalente di oltre la metà del Fondo di recupero annuale dell`Unione Europea.  Nel corso dell`estate il Tour Plastic Free sarà proposto anche in chiave Self tour, per conciliare le necessarie regole di distanziamento con una delle azioni più significative di attivismo contro la contaminazione da plastica dei nostri mari.

Domenico Condello

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli