Giornata Mondiale della Salute: Medicina Democratica al flash mob #Lenzuolabianche di Milano

Flash Mob #lenzuolabianche#: diffondiamo solidarietà, non il virus, per una politica europea di salute pubblica e universale”! Così Medicina Democratica partecipa alla Giornata Mondiale della Salute di domani, martedì 7 aprile promossa dalla “Rete Europea contro la privatizzazione e la commercializzazione di salute e protezione sociale” e dal “People’s Health Movement”. In Italia aderiscono anche AIEA, Forum per il Diritto alla Salute, Rete Sostenibilità e Salute, CONUP, Campagna Dico 32, Senza Limiti-onlus, Comitato per la difesa della salute nord-ovest Milano, Rete per il Diritto alla salute di Milano e Lombardia. Per il quinto anno consecutivo la Rete Europea fa appello ai cittadini, agli operatori sanitari, alle associazioni di manifestare in occasione della Giornata Europea contro la commercializzazione e la mercificazione della Salute. “Questa sarà una mobilitazione speciale, nelle condizioni dettata dall’emergenza attuale, che ha fatto annullare le manifestazioni e incontri pubblici- ha detto Marco Caldiroli, presidente nazionale di Medicina Democratica- cui possono partecipare tutti, con lenzuola bianche a balconi e finestre, ma anche selfie con messaggi su fogli bianchi/cartoni da postare sui social, con l’hashtag #health4all , #santépourtous, e/o inviare a segreteria@medicinademocratica.org , ma anche alla carta interattiva bit.ly/Agir4Health”. 

La pandemia del coronavirus, ha “slatentizzato” le criticità create dalle politiche di sottofinanziamento, di privatizzazione e mercificazione all’interno dei sistemi sanitari europei. In Italia fra il 2010 e il 2019 il SSN “ha perso” 45.000 posti letto e 43.386 dipendenti, di cui 7.625 i medici e 12.556 infermieri, con un definanziamento del SSN in un decennio, pari a 37 miliardi di euro, secondo dati Fondazione GIMBE e Istituto NEBO! 80 i medici e 25 gli infermieri, uccisi dal Covid 19, eroi vittime del lavoro e 11.252 gli operatori sanitari contagiati,una strage, che è anche la drammatica e inaccettabile conseguenza di ciò. “Investire nella salute per tutte e tutti- ha aggiunto Maro Caldiroli- Medicine per la salute di tutti e non per il profitto di pochi e invertire la rotta rispetto alle politiche di commercializzazione e privatizzazione della sanità e della salute fin qui attuate: queste le nostre richieste e i nostri obiettivi, questo il nostro forte messaggio per una nuova politica europea a difesa della sanità pubblica, in una rinnovata solidarietà tra i popoli, con la coscienza di un destino comune, senza cui non c’è futuro per l’Europa e per l’umanità”! La Rete Europea ha diffuso un video per il 7 aprile Giornata Mondiale per la salute in 6 lingue, corrispondenti ad altrettanti Paesi Europei, con la traduzione in sovraimpressione in italiano: https://youtu.be/Uvxc4slciQE Tutte le informazioni e link utili all’approfondimento delle tematiche nel link della Rete Europea contro la privatizzazione e la commercializzazione della salute e della protezione sociale http://europe-health-network.net/ e del Movimento Popolare Europeo per la Salute 

D.C.

Flash Mob #lenzuolabianche#: diffondiamo solidarietà, non il virus, per una politica europea di salute pubblica e universale”! Così Medicina Democratica partecipa alla Giornata Mondiale della Salute di domani, martedì 7 aprile promossa dalla “Rete Europea contro la privatizzazione e la commercializzazione di salute e protezione sociale” e dal “People’s Health Movement”. In Italia aderiscono anche AIEA, Forum per il Diritto alla Salute, Rete Sostenibilità e Salute, CONUP, Campagna Dico 32, Senza Limiti-onlus, Comitato per la difesa della salute nord-ovest Milano, Rete per il Diritto alla salute di Milano e Lombardia. Per il quinto anno consecutivo la Rete Europea fa appello ai cittadini, agli operatori sanitari, alle associazioni di manifestare in occasione della Giornata Europea contro la commercializzazione e la mercificazione della Salute. “Questa sarà una mobilitazione speciale, nelle condizioni dettata dall’emergenza attuale, che ha fatto annullare le manifestazioni e incontri pubblici- ha detto Marco Caldiroli, presidente nazionale di Medicina Democratica- cui possono partecipare tutti, con lenzuola bianche a balconi e finestre, ma anche selfie con messaggi su fogli bianchi/cartoni da postare sui social, con l’hashtag #health4all , #santépourtous, e/o inviare a segreteria@medicinademocratica.org , ma anche alla carta interattiva bit.ly/Agir4Health”. 

La pandemia del coronavirus, ha “slatentizzato” le criticità create dalle politiche di sottofinanziamento, di privatizzazione e mercificazione all’interno dei sistemi sanitari europei. In Italia fra il 2010 e il 2019 il SSN “ha perso” 45.000 posti letto e 43.386 dipendenti, di cui 7.625 i medici e 12.556 infermieri, con un definanziamento del SSN in un decennio, pari a 37 miliardi di euro, secondo dati Fondazione GIMBE e Istituto NEBO! 80 i medici e 25 gli infermieri, uccisi dal Covid 19, eroi vittime del lavoro e 11.252 gli operatori sanitari contagiati,una strage, che è anche la drammatica e inaccettabile conseguenza di ciò. “Investire nella salute per tutte e tutti- ha aggiunto Maro Caldiroli- Medicine per la salute di tutti e non per il profitto di pochi e invertire la rotta rispetto alle politiche di commercializzazione e privatizzazione della sanità e della salute fin qui attuate: queste le nostre richieste e i nostri obiettivi, questo il nostro forte messaggio per una nuova politica europea a difesa della sanità pubblica, in una rinnovata solidarietà tra i popoli, con la coscienza di un destino comune, senza cui non c’è futuro per l’Europa e per l’umanità”! La Rete Europea ha diffuso un video per il 7 aprile Giornata Mondiale per la salute in 6 lingue, corrispondenti ad altrettanti Paesi Europei, con la traduzione in sovraimpressione in italiano: https://youtu.be/Uvxc4slciQE Tutte le informazioni e link utili all’approfondimento delle tematiche nel link della Rete Europea contro la privatizzazione e la commercializzazione della salute e della protezione sociale http://europe-health-network.net/ e del Movimento Popolare Europeo per la Salute 

D.C.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli