Interreg Italia – Austria, 91 milioni dall’Europa

Al via i primi bandi nell’ambito del programma Interreg VI-A Italia Austria 2021-2027, che è stato approvato dalla Commissione europea e nel cui quadro sono inseriti finanziamenti per 91 milioni. Di essi, l’80% provengono dall’Unione europea. All’iniziativa Interreg VI-A Italia Austria 2021-2027 partecipano la Provincia di Bolzano, con il  ruolo di segreteria, Friuli Venezia Giulia, e province di Belluno, Treviso e Vicenza oltre ai Laender austriaci Tirolo, Carinzia e Salisburgo.

Come ha illustrato il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, propositi dell’iniziativa sono l’innovazione delle imprese, le misure per la protezione del clima e la sostenibilità, turismo sostenibile e turismo culturale. “In questi progetti vogliamo coinvolgere gli enti locali – ha detto Kompatscher – ma anche la società civile”.

Nell’occasione, la Commissione europea ha approvato anche il programma Fse 2021-2027 che eroga 150 milioni di euro per favorire l’occupazione, in particolare giovanile.

“Il Fondo sociale europeo è uno dei principali strumenti per lo sviluppo dell’Unione europea”, ha spiegato Kompatscher riferendo che la giunta provinciale ha recepito il programma e anche in questo caso partiranno i bandi che si rivolgeranno ad amministrazioni locali ed a privati.

Al via i primi bandi nell’ambito del programma Interreg VI-A Italia Austria 2021-2027, che è stato approvato dalla Commissione europea e nel cui quadro sono inseriti finanziamenti per 91 milioni. Di essi, l’80% provengono dall’Unione europea. All’iniziativa Interreg VI-A Italia Austria 2021-2027 partecipano la Provincia di Bolzano, con il  ruolo di segreteria, Friuli Venezia Giulia, e province di Belluno, Treviso e Vicenza oltre ai Laender austriaci Tirolo, Carinzia e Salisburgo.

Come ha illustrato il presidente della Provincia di Bolzano, Arno Kompatscher, propositi dell’iniziativa sono l’innovazione delle imprese, le misure per la protezione del clima e la sostenibilità, turismo sostenibile e turismo culturale. “In questi progetti vogliamo coinvolgere gli enti locali – ha detto Kompatscher – ma anche la società civile”.

Nell’occasione, la Commissione europea ha approvato anche il programma Fse 2021-2027 che eroga 150 milioni di euro per favorire l’occupazione, in particolare giovanile.

“Il Fondo sociale europeo è uno dei principali strumenti per lo sviluppo dell’Unione europea”, ha spiegato Kompatscher riferendo che la giunta provinciale ha recepito il programma e anche in questo caso partiranno i bandi che si rivolgeranno ad amministrazioni locali ed a privati.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli