Attualità

“La Chiesa è donna”, l’appello del Papa: “Va smaschilizzata”

di Angelo Vitolo -


“La Chiesa è donna”: la dimensione femminile entra prepotentemente nelle riflessioni di Papa Francesco che annuncia pure un futuro approfondimento sul tema nella sua prossima riunione con i cardinali. E’ un Francesco affaticato quello che si presenta all’incontro con la Commissione teologica. Ha ancora l’infiammazione polmonare associata a difficoltà espiratoria, sta proseguendo la terapia antibiotica citata già ieri dal portavoce del Vaticano Matteo Bruni e consegna il discorso scritto parlando poi a braccio. Al termine, osserva: “Scusatemi, ho parlato troppo e mi ha fatto male, ma adesso seduti come siamo, possiamo pregare un Padre Nostro insieme, ognuno nella propria lingua e poi darò la benedizione”.

Proprio nell’incontro, ha lamentato la carenza di donne nella Commissione: “C’è qualcosa che non piace a me di voi, scusatemi la sincerità. Una, due, tre, quattro donne: poverette! Sono sole! Ah, scusami, cinque. Su questo dobbiamo andare avanti! “.

”La donna ha una capacità di riflessione teologica diversa da quella che abbiamo noi uomini – ha poi aggiunto -. Sarà perché io ho studiato tanto la teologia di una donna. Mi ha aiutato una tedesca brava, Hanna-Barbara Gerl, su Guardini. E adesso, nella prossima riunione dei nove Cardinali, – ha annunciato – avremo una riflessione sulla dimensione femminile della Chiesa. La Chiesa è donna. E se noi non sappiamo capire cos’è una donna, cos’è la teologia di una donna, mai capiremo cos’è la Chiesa”.

Quindi ha denunciato: “Uno dei grandi peccati che abbiamo avuto è ‘maschilizzare’ la Chiesa. E questo non si risolve per la via ministeriale, questa è un’altra cosa. Si risolve per la via mistica, per la via reale. E voi vi domanderete: dove porta questo discorso? Non soltanto per dirvi che abbiate più donne qui dentro – questo è uno –, ma per aiutare a riflettere. La Chiesa donna, la Chiesa sposa. E questo è un compito che vi chiedo, per favore. Smaschilizzare la Chiesa. E grazie per quello che fate”.


Torna alle notizie in home