LAVORO, M5S: DA UE SPINTA PER DIRETTIVA SALARIO MINIMO

“Il dibattito in Italia sull`aumento degli stipendi in tutta Europa ha un convitato di pietra che è la direttiva sul salario minimo i cui negoziati sono in fase avanzata. Dall`Europa potrebbe arrivare la spinta decisiva perché la direttiva, che noi auspichiamo venga approvata già nel mese di Giugno, sia recepita obbligatoriamente nel nostro ordinamento”.
Questo quanto scritto in un comunicato da parte di  Daniela Rondinelli, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

“Auspico che questo possa rappresentare l`occasione per il nostro Paese di dare risposte concrete alla povertà lavorativa e riformare il nostro sistema di contrattazione collettiva impedendo i contratti pirata che generano dumping nel nostro mercato del lavoro. I salari bassi non solo compromettono il potere di acquisto dei lavoratori ma incidono anche negativamente sulla capacità di crescita della nostra economia”, ha terminato l’ esponente pentastellata.

“Il dibattito in Italia sull`aumento degli stipendi in tutta Europa ha un convitato di pietra che è la direttiva sul salario minimo i cui negoziati sono in fase avanzata. Dall`Europa potrebbe arrivare la spinta decisiva perché la direttiva, che noi auspichiamo venga approvata già nel mese di Giugno, sia recepita obbligatoriamente nel nostro ordinamento”.
Questo quanto scritto in un comunicato da parte di  Daniela Rondinelli, europarlamentare del Movimento 5 Stelle.

“Auspico che questo possa rappresentare l`occasione per il nostro Paese di dare risposte concrete alla povertà lavorativa e riformare il nostro sistema di contrattazione collettiva impedendo i contratti pirata che generano dumping nel nostro mercato del lavoro. I salari bassi non solo compromettono il potere di acquisto dei lavoratori ma incidono anche negativamente sulla capacità di crescita della nostra economia”, ha terminato l’ esponente pentastellata.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli