Lazio, D’Amato: necessario rendere ospedali luoghi sicuri

Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della regione Lazio, ha quest’oggi commentato con un comunicato le numerose aggressioni all’ interno delle strutture ospedaliere: “Dopo l’ennesima aggressione ai danni di personale sanitario del San Camillo a cui va tutta la mia solidarietà, ho avuto un colloquio telefonico con il Prefetto di Roma Matteo Piantedosi al termine del quale si è convenuto di fornire una dettagliata relazione sulle aggressioni in ambito ospedaliero affinché vengano adottate tutte le opportune misure anche di deterrenza, fornendo gli elementi utili allo studio per riaprire i posti di polizia nei principali ospedali. Ovviamente è un tema di carattere nazionale, ma gli ospedali sono luoghi dove si recano migliaia di persone che devono farlo in sicurezza compresi gli operatori che hanno il sacrosanto diritto di lavorare senza mettere in pericolo le loro vite”.

Alessio D’Amato, assessore alla Sanità della regione Lazio, ha quest’oggi commentato con un comunicato le numerose aggressioni all’ interno delle strutture ospedaliere: “Dopo l’ennesima aggressione ai danni di personale sanitario del San Camillo a cui va tutta la mia solidarietà, ho avuto un colloquio telefonico con il Prefetto di Roma Matteo Piantedosi al termine del quale si è convenuto di fornire una dettagliata relazione sulle aggressioni in ambito ospedaliero affinché vengano adottate tutte le opportune misure anche di deterrenza, fornendo gli elementi utili allo studio per riaprire i posti di polizia nei principali ospedali. Ovviamente è un tema di carattere nazionale, ma gli ospedali sono luoghi dove si recano migliaia di persone che devono farlo in sicurezza compresi gli operatori che hanno il sacrosanto diritto di lavorare senza mettere in pericolo le loro vite”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli