Norma rave, Urso: provvedimento necessario ma migliorabile

 

Ai microfoni di Tgcom24, il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, in merito alle polemiche per la cosiddetta norma anti-rave ha dichiarato: “Come ha detto già il ministro Nordio, è sua la competenza, il parlamento è sovrano e può migliorare ovviamente la norma. Era necessaria? Sì, lo abbiamo detto in tempi non sospetti con un documento ufficiale del Copasir in una relazione pubblica al Parlamento dopo i fatti di Viterbo. Il Comitato da me presieduto se ne è occupato e ha detto questo evento si è verificato in Italia ha messo a rischio l’incolumità. Perchè non si verifica in Francia laddove sono la maggior parte degli organizzatori? Perchè la Francia è intervenuta in tempo con norme molto severe sul piano della repressione e della prevenzione, e quindi gli organizzatori si erano spostati in Italia, considerata da loro una zona franca.
Ora siamo in condizione di parità con altri paesi europei”.

 

 

Ai microfoni di Tgcom24, il ministro delle Imprese e del Made in Italy Adolfo Urso, in merito alle polemiche per la cosiddetta norma anti-rave ha dichiarato: “Come ha detto già il ministro Nordio, è sua la competenza, il parlamento è sovrano e può migliorare ovviamente la norma. Era necessaria? Sì, lo abbiamo detto in tempi non sospetti con un documento ufficiale del Copasir in una relazione pubblica al Parlamento dopo i fatti di Viterbo. Il Comitato da me presieduto se ne è occupato e ha detto questo evento si è verificato in Italia ha messo a rischio l’incolumità. Perchè non si verifica in Francia laddove sono la maggior parte degli organizzatori? Perchè la Francia è intervenuta in tempo con norme molto severe sul piano della repressione e della prevenzione, e quindi gli organizzatori si erano spostati in Italia, considerata da loro una zona franca.
Ora siamo in condizione di parità con altri paesi europei”.

 

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli