Nuove energie per la mobilità: accordo IP – PoliTo – IIT – Environment Park

Al via una partnership triennale per sviluppare ricerca e innovazione sulle nuove energie per la mobilità. Al centro dell’intesa, idrogeno, carburanti sostenibili per aerei e navi, bitumi innovativi.
IP sceglie Torino per dare impulso a questa ricerca, presso il parco tecnologico Environment Park, che la più grande azienda privata italiana del settore dei carburanti vuole portare avanti con l’ecosistema della ricerca torinese.

La firma dell’accordo, con i vertici dei quattro enti: Daniele Bandiera,  ad di IP; Guido Saracco, rettore del Politecnico; Gianmarco Montanari, dg dell’Istituto Italiano di Tecnologia e Matteo Beccuti, chief Executive Officer di Environment Park.

L’iniziativa punta a sviluppare innovazione per la transizione ecologica, intervenendo sulla produzione di carburanti sostenibili per aerei e navi attraverso tecnologie di economia circolare; sull’impiego di idrogeno verde per il trasporto pesante e per impieghi industriali; sullo sviluppo di polimeri innovativi per bitumi modificati.

Uno Scientific Board guiderà i lavori, con sperimentazioni verticali nelle infrastrutture di ricerca dei tre enti e con progetti pilota presso gli stabilimenti industriali di IP.

Al fianco del Board, competenze scientifiche all’avanguardia, come quelle del Center for Sustainable Future Technologies dell’Istituto Italiano di Tecnologia, tra i leader nel mondo nel campo delle tecnologie per la sostenibilità indirizzate alla cattura e alla valorizzazione della CO2, alla produzione e utilizzo sicuro dell’idrogeno e allo stoccaggio energetico per la mobilità elettrica e le reti di distribuzione del futuro.

Al via una partnership triennale per sviluppare ricerca e innovazione sulle nuove energie per la mobilità. Al centro dell’intesa, idrogeno, carburanti sostenibili per aerei e navi, bitumi innovativi.
IP sceglie Torino per dare impulso a questa ricerca, presso il parco tecnologico Environment Park, che la più grande azienda privata italiana del settore dei carburanti vuole portare avanti con l’ecosistema della ricerca torinese.

La firma dell’accordo, con i vertici dei quattro enti: Daniele Bandiera,  ad di IP; Guido Saracco, rettore del Politecnico; Gianmarco Montanari, dg dell’Istituto Italiano di Tecnologia e Matteo Beccuti, chief Executive Officer di Environment Park.

L’iniziativa punta a sviluppare innovazione per la transizione ecologica, intervenendo sulla produzione di carburanti sostenibili per aerei e navi attraverso tecnologie di economia circolare; sull’impiego di idrogeno verde per il trasporto pesante e per impieghi industriali; sullo sviluppo di polimeri innovativi per bitumi modificati.

Uno Scientific Board guiderà i lavori, con sperimentazioni verticali nelle infrastrutture di ricerca dei tre enti e con progetti pilota presso gli stabilimenti industriali di IP.

Al fianco del Board, competenze scientifiche all’avanguardia, come quelle del Center for Sustainable Future Technologies dell’Istituto Italiano di Tecnologia, tra i leader nel mondo nel campo delle tecnologie per la sostenibilità indirizzate alla cattura e alla valorizzazione della CO2, alla produzione e utilizzo sicuro dell’idrogeno e allo stoccaggio energetico per la mobilità elettrica e le reti di distribuzione del futuro.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli