Oscar del Cinema anche l’Italia tra i big che si contenderanno la statuetta dorata

La 95esima edizione dagli Academy Awards sarà ricordata, a ragione, come l’annata dei grandi riscatti.
Dopo che il Festival del cinema di Venezia ha regalato momenti di intensa commozione con la standing ovation in onore di Brendan Fraser per la sua interpretazione in The Whale di Darren Aronofsky, dopo la candidatura ai Golden Globe e la vittoria ai Critics Choice Awards, non pochi si aspettavano una nomination anche da parte degli Oscar per l’attore che ormai è sempre più sulla cresta dell’onda.
Stesso sentiment per cast e troupe di Everything Everywhere All at Once, che si è beccata le candidature più rilevanti.
Emozioni e qualche rosicata alrendez vous condotto da Allison Williams e Riz Ahmed e trasmesso in diretta sui social dell’Academy.
La consegna dei premi Oscar 2023 si terrà invece domenica 12 marzo nella storica location del Dolby Theatre di Los Angeles, condotta per la terza volta dal presentatore Jimmy Kimmel. Ma facciamo nomi e cognomi degli attori che si contenderanno l’ambita statuetta dorata.
Miglior attrice: Cate Blanchett, Tár; Ana de Armas, Blonde; Andrea Riseborough, To Leslie; Michelle Williams, The Fabelmans; Michelle Yeoh, Everything Everywhere All at Once.
In ballo per il Miglior attore ci sono Austin Butler, Elvis; Colin Farrell, Gli spiriti dell’isola; Brendan Fraser, The Whale; Paul Mescal, Aftersun; Bill Nighy, Living.
E ancora per il miglior film Niente di nuovo sul fronte occidentale, Avatar: La via dell’acqua, Gli spiriti dell’isola, Elvis, Everything Everywhere All at Once, The Fabelmans, Tár, Top Gun: Maverick, Triangle of Sadness, Women Talking.
Poche sorprese e molte attese per la miglior regia: Martin McDonagh, Gli spiriti dell’isola, Daniel Scheinert e Daniel Kwan, Everything Everywhere All at Once; Steven Spielberg, The Fabelmans; Todd Field, Tár; Ruben Ostlund, Triangle of Sadness.
Concorrono per il miglior film straniero, Niente di nuovo sul fronte occidentale, Germania; Argentina, 1985, Argentina; Close, Belgio; EO, Polonia; The Quiet Girl, Irlanda. Strano che non abbiano candidato l’Ucraina.
In compenso ci sono speranze per l’Italia con il cortometraggio Le Pupille di Alice Rohrwacher che ha ottenuto una nomination (che si può vedere su Disney+).
La 95esima edizione dagli Academy Awards sarà ricordata, a ragione, come l’annata dei grandi riscatti.
Dopo che il Festival del cinema di Venezia ha regalato momenti di intensa commozione con la standing ovation in onore di Brendan Fraser per la sua interpretazione in The Whale di Darren Aronofsky, dopo la candidatura ai Golden Globe e la vittoria ai Critics Choice Awards, non pochi si aspettavano una nomination anche da parte degli Oscar per l’attore che ormai è sempre più sulla cresta dell’onda.
Stesso sentiment per cast e troupe di Everything Everywhere All at Once, che si è beccata le candidature più rilevanti.
Emozioni e qualche rosicata alrendez vous condotto da Allison Williams e Riz Ahmed e trasmesso in diretta sui social dell’Academy.
La consegna dei premi Oscar 2023 si terrà invece domenica 12 marzo nella storica location del Dolby Theatre di Los Angeles, condotta per la terza volta dal presentatore Jimmy Kimmel. Ma facciamo nomi e cognomi degli attori che si contenderanno l’ambita statuetta dorata.
Miglior attrice: Cate Blanchett, Tár; Ana de Armas, Blonde; Andrea Riseborough, To Leslie; Michelle Williams, The Fabelmans; Michelle Yeoh, Everything Everywhere All at Once.
In ballo per il Miglior attore ci sono Austin Butler, Elvis; Colin Farrell, Gli spiriti dell’isola; Brendan Fraser, The Whale; Paul Mescal, Aftersun; Bill Nighy, Living.
E ancora per il miglior film Niente di nuovo sul fronte occidentale, Avatar: La via dell’acqua, Gli spiriti dell’isola, Elvis, Everything Everywhere All at Once, The Fabelmans, Tár, Top Gun: Maverick, Triangle of Sadness, Women Talking.
Poche sorprese e molte attese per la miglior regia: Martin McDonagh, Gli spiriti dell’isola, Daniel Scheinert e Daniel Kwan, Everything Everywhere All at Once; Steven Spielberg, The Fabelmans; Todd Field, Tár; Ruben Ostlund, Triangle of Sadness.
Concorrono per il miglior film straniero, Niente di nuovo sul fronte occidentale, Germania; Argentina, 1985, Argentina; Close, Belgio; EO, Polonia; The Quiet Girl, Irlanda. Strano che non abbiano candidato l’Ucraina.
In compenso ci sono speranze per l’Italia con il cortometraggio Le Pupille di Alice Rohrwacher che ha ottenuto una nomination (che si può vedere su Disney+).
Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli