Punture di spillo ED ORA RENZI RISCHIA DI PERDERE ANCHE IL 2%

L’ incauto Renzi non si è “tenuto” ed ha incrociato la spada della polemica con la Ferragni e Fedez. “Galeotto” il ddl Zan e il voltafaccia di Italia Viva: voto favorevole alla Camera ma non al Senato.Alla nota influencer che aveva bollato il “no” dei renziani a Palazzo Madana con un “che schifo che fate voi politici”, il Bullo fiorentino è salito in cattedra per ricordare, come sempre afferma,  che “la politica è una cosa seria e faticosa” e che le parole della Ferragni hanno il sapore del “qualunquismo”.

Al vetriolo  la replica di Fedez che fa suo lo storico “stai sereno” di Renzi al quale ricorda che “c’è tempo per spiegare quanto sei bravo, Matteo, a fare la pipì sulla testa degli italiani  dicendo che è pioggia”. Effettivamente Renzi nel “botta e risposta” con la Ferragni – alla quale si rivolge con il titolo di “dottoressa” – si era spocchiosamente esercitato in  una specie di “lectio magistralis” invitandola a “studiare” e a confrontarsi sugli articoli 1, 4 e 7 del disegno di legge e sugli emendamenti di Scalfarotto, su come funziona il voto segreto al Senato ai sensi dell’articolo 113.4 del Regolamento, e ad un “dibattito pubblico dove vuole e come vuole”. Uno sfoggio di cultura parlamentare, quello del segretario di Italia Viva, un po’ eccessivo. Ma quando il caratteraccio, da lui stesso più volte riconosciuto, non t’aiuta…

 

PdA

L’ incauto Renzi non si è “tenuto” ed ha incrociato la spada della polemica con la Ferragni e Fedez. “Galeotto” il ddl Zan e il voltafaccia di Italia Viva: voto favorevole alla Camera ma non al Senato.Alla nota influencer che aveva bollato il “no” dei renziani a Palazzo Madana con un “che schifo che fate voi politici”, il Bullo fiorentino è salito in cattedra per ricordare, come sempre afferma,  che “la politica è una cosa seria e faticosa” e che le parole della Ferragni hanno il sapore del “qualunquismo”.

Al vetriolo  la replica di Fedez che fa suo lo storico “stai sereno” di Renzi al quale ricorda che “c’è tempo per spiegare quanto sei bravo, Matteo, a fare la pipì sulla testa degli italiani  dicendo che è pioggia”. Effettivamente Renzi nel “botta e risposta” con la Ferragni – alla quale si rivolge con il titolo di “dottoressa” – si era spocchiosamente esercitato in  una specie di “lectio magistralis” invitandola a “studiare” e a confrontarsi sugli articoli 1, 4 e 7 del disegno di legge e sugli emendamenti di Scalfarotto, su come funziona il voto segreto al Senato ai sensi dell’articolo 113.4 del Regolamento, e ad un “dibattito pubblico dove vuole e come vuole”. Uno sfoggio di cultura parlamentare, quello del segretario di Italia Viva, un po’ eccessivo. Ma quando il caratteraccio, da lui stesso più volte riconosciuto, non t’aiuta…

 

PdA

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli