Politica

Rizzo pronto per le Europee: sabato il battesimo del suo movimento all’Ergife di Roma

di Angelo Vitolo -


Marco Rizzo rompe gli indugi ed è pronto a lanciare il suo sovranismo socialista sabato prossimo all’hotel Ergife di Roma, location preferita dal Psi di Bettino Craxi ma luogo di battesimo anche di altre formazioni politiche, come la naufragata Costituente di Centro di Stefano Parisi sette anni fa.

L’ex numero uno di Rifondazione comunista guiderà a Roma il congresso di Democrazia sovrana e popolare, abbandonando ogni proposito di un battesimo che coinvolga anche la destra di Gianni Alemanno, concorde con lui – afferma – solo sulla ricerca di una pace a partire dal conflitto russo-ucraino e che comunque presenzierà all’hotel Ergife al varo di Democrazia sovrana e popolare.

“«Democrazia sovrana e popolare – dice Rizzo al Corsera – mira ad unire in un’unica battaglia ceto medio e classi lavoratrici per andare oltre lo schema di destra e sinistra che non si distinguono più perché dicono le stesse cose. Noi ci battiamo per proporre un sovranismo socialista”.

Obiettivo, una competizione della nuova creatura politica per le prossime elezioni europee, con le antenne dritte anche a ciò che accade in Germania ove Sahra Wagenknecht, quasi ricalcando le orme di Rizzo, ha lasciato la Linke nata nel 2007 su un’idea di socialismo democratico per fondare la formazione sovranista BSW – Per la ragione e la giustizia cui hanno aderito subito altri nove deputati al Bundestag.

In generale, lo sguardo è a tutto ciò che si muove fuori dagli schieramenti tradizionali. “In Europa sta cambiando il vento – ha detto Rizzo sempre al Corsera – . Stanno crescendo partiti che vogliono un nuovo assetto e che sono per l’uscita dall’Unione europea e dalla Nato. Noi lottiamo contro le multinazionali e ci battiamo per la pace, un tema che riteniamo più importante dei diritti civili”.

Primi e prossimi scogli, la raccolta delle firme per la candidatura alle Europee e una dura campagna elettorale per farsi spazio in Europa superando lo sbarramento del 4 per cento.


Torna alle notizie in home