Roma, oggi il convegno “Giovani e agricoltura”

Si svolgerà oggi, a Roma, il seminario di studi “Giovani e agricoltura. Guardare al futuro con speranza”, focalizzato sulle possibilità di azione dei giovani nella promozione della sicurezza alimentare e rigenerazione dei sistemi agroalimentari.

Gli organizzatori dell’evento, oltre a sottolineare la grande energia, creatività e solidarietà di gruppi e movimenti giovanili, hanno precisato in una nota che gli stessi offrono la speranza di un futuro migliore. E proprio per questo è necessario proporre nuovi percorsi. Anche perché, prosegue la nota, il cardinale Parolin in occasione del Forum mondiale dell’alimentazione dello scorso ottobre ha affermato che “il dono delle nuove generazioni per noi consiste nel portare soluzioni innovative per affrontare vecchi problemi”, come quello della fame nel mondo.

Proprio per questo il convegno, che si terrà nella sala Iran della Fao, si concentrerà sul “ruolo dei giovani che, nonostante siano essi tra le maggiori vittime della crisi alimentare, sono molto spesso attori resilienti del cambiamento nei settori agroalimentari”. Non verrà trascurata infine, ricorda Agensir, “l’importanza di garantire una formazione e una coscienza pratica e una conoscenza pratica affinché questi gruppi possano effettivamente offrire il loro potenziale e i loro talenti al servizio del bene comune”.

Si svolgerà oggi, a Roma, il seminario di studi “Giovani e agricoltura. Guardare al futuro con speranza”, focalizzato sulle possibilità di azione dei giovani nella promozione della sicurezza alimentare e rigenerazione dei sistemi agroalimentari.

Gli organizzatori dell’evento, oltre a sottolineare la grande energia, creatività e solidarietà di gruppi e movimenti giovanili, hanno precisato in una nota che gli stessi offrono la speranza di un futuro migliore. E proprio per questo è necessario proporre nuovi percorsi. Anche perché, prosegue la nota, il cardinale Parolin in occasione del Forum mondiale dell’alimentazione dello scorso ottobre ha affermato che “il dono delle nuove generazioni per noi consiste nel portare soluzioni innovative per affrontare vecchi problemi”, come quello della fame nel mondo.

Proprio per questo il convegno, che si terrà nella sala Iran della Fao, si concentrerà sul “ruolo dei giovani che, nonostante siano essi tra le maggiori vittime della crisi alimentare, sono molto spesso attori resilienti del cambiamento nei settori agroalimentari”. Non verrà trascurata infine, ricorda Agensir, “l’importanza di garantire una formazione e una coscienza pratica e una conoscenza pratica affinché questi gruppi possano effettivamente offrire il loro potenziale e i loro talenti al servizio del bene comune”.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli