Spaventoso incendio a Roma, gente evacuata

Appena undici giorni dopo l’incendio divampato nella discarica di Malagrotta, Roma torna a dover fare i conti con il fuoco, la nube nera, l’aria irrespirabile e la paura per la salute. Ieri pomeriggio, infatti, nello stesso quadrante occidentale della città in cui si trova Malagrotta, a via Bosco Marengo, non lontano dal campo nomadi di via della Monachina, un vasto incendio ha di nuovo oscurato i cieli di gran parte della Capitale. L’incendio ha interessato un rimessaggio di camper e un deposito di bombole gpl.

Notizia, quest’ultima, che inizialmente non aveva trovato conferme da fonti di polizia consultate da RomaToday, ma che è stata poi confermata dai vigili del fuoco. Il personale sanitario è dovuto intervenire per soccorrere una trentina di persone, tra cui una mamma e un bambino rimasti lievemente intossicati e trasportati in codice giallo al Policlinico “Gemelli”. Evacuate diverse abitazioni e un centro sportivo. Ma gli incendi si sono verificati anche altrove: a nord-ovest della città, nella zona della Casaccia, sulla Laurentina e anche a Marino. Sono 200 i vigili del fuoco impegnati nelle operazioni, anche con due elicotteri del Corpo, con rinforzi arrivati da Umbria, Abruzzo, Toscana, Campania.

Appena undici giorni dopo l’incendio divampato nella discarica di Malagrotta, Roma torna a dover fare i conti con il fuoco, la nube nera, l’aria irrespirabile e la paura per la salute. Ieri pomeriggio, infatti, nello stesso quadrante occidentale della città in cui si trova Malagrotta, a via Bosco Marengo, non lontano dal campo nomadi di via della Monachina, un vasto incendio ha di nuovo oscurato i cieli di gran parte della Capitale. L’incendio ha interessato un rimessaggio di camper e un deposito di bombole gpl.

Notizia, quest’ultima, che inizialmente non aveva trovato conferme da fonti di polizia consultate da RomaToday, ma che è stata poi confermata dai vigili del fuoco. Il personale sanitario è dovuto intervenire per soccorrere una trentina di persone, tra cui una mamma e un bambino rimasti lievemente intossicati e trasportati in codice giallo al Policlinico “Gemelli”. Evacuate diverse abitazioni e un centro sportivo. Ma gli incendi si sono verificati anche altrove: a nord-ovest della città, nella zona della Casaccia, sulla Laurentina e anche a Marino. Sono 200 i vigili del fuoco impegnati nelle operazioni, anche con due elicotteri del Corpo, con rinforzi arrivati da Umbria, Abruzzo, Toscana, Campania.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli