Sport, Raspadori: in nazionale ripartire con entusiasmo e lavoro

Dal ritiro a Coverciano della nazionale di Roberto Mancini sono arrivate le parole del giovane attaccante del Napoli Giacomo Raspadori: “Ai giovani consiglio di non mettersi limiti e di credere nei propri sogni. Il sogno di ogni bambino è arrivare a giocare il Mondiale, sarà difficile non esserci. Dobbiamo ripartire e il modo migliore per ritrovare entusiasmo è divertirsi in campo. Lavorare è l`unica strada che conosco per fare di nuovo qualcosa di grande”.
L’ obbiettivo degli azzurri ad oggi è quello di battere Inghilterra e Ungheria, arrivando così per il secondo anno consecutivo la Final Four di Nations League: “Non c’è preoccupazione, ma voglia di fare bene. Sono due gare importanti che arrivano in un momento in cui ci sono tante partite. Dobbiamo arrivarci al meglio, soprattutto dal punto di vista fisico, e fare due buone prestazioni”.
La partita con l`Inghilterra riporta sicuramente la mente al ricordo della finale degli Europei a Wembley, un esperienza indimenticabile anche per Raspadori: “È stata una grandissima opportunità. Ho avuto la fortuna di entrare in un gruppo speciale, dove mi sono sentito da subito parte integrante. E nel mio piccolo penso di aver fatto qualcosa di importante.

Dal ritiro a Coverciano della nazionale di Roberto Mancini sono arrivate le parole del giovane attaccante del Napoli Giacomo Raspadori: “Ai giovani consiglio di non mettersi limiti e di credere nei propri sogni. Il sogno di ogni bambino è arrivare a giocare il Mondiale, sarà difficile non esserci. Dobbiamo ripartire e il modo migliore per ritrovare entusiasmo è divertirsi in campo. Lavorare è l`unica strada che conosco per fare di nuovo qualcosa di grande”.
L’ obbiettivo degli azzurri ad oggi è quello di battere Inghilterra e Ungheria, arrivando così per il secondo anno consecutivo la Final Four di Nations League: “Non c’è preoccupazione, ma voglia di fare bene. Sono due gare importanti che arrivano in un momento in cui ci sono tante partite. Dobbiamo arrivarci al meglio, soprattutto dal punto di vista fisico, e fare due buone prestazioni”.
La partita con l`Inghilterra riporta sicuramente la mente al ricordo della finale degli Europei a Wembley, un esperienza indimenticabile anche per Raspadori: “È stata una grandissima opportunità. Ho avuto la fortuna di entrare in un gruppo speciale, dove mi sono sentito da subito parte integrante. E nel mio piccolo penso di aver fatto qualcosa di importante.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli