Attualità

Tensione a Kerem Shalom: i parenti degli ostaggi vogliono fermare gli aiuti a Gaza IL VIDEO

di Angelo Vitolo -


Tensione al valico di Kerem Shalom al confine con a Striscia di Gaza: la polizia israeliana sta affrontando un gruppo di parenti di ostaggi che intendono inscenare una protesta contro il mancato rilascio degli ostaggi attraverso il blocco degli aiuti umanitari destinati alla popolazione ancora presente nell’area della Striscia.

Il convoglio è fermo nell’area militarizzata chiusa al passaggio, rende noto Times of Israel, citando uno dei familiari dei sequestrati: “E’ ora di mettere fine a questa farsa. Torneranno chiusi in 136 bare”, ha dichiarato Ayala Metzger, parente di Yoram e Tami Metzger.

Una protesta annunciata da giorni, puntando ad un luogo nevralgico come Kerem Shalom dal quale passano parte dei circa 100 camion di rifornimenti che entrano a Gaza ogni giorno: un dato molto inferiore ai livelli prebellici ma comunque significativo. Un’azione disperata, dopo le tante inscenate quotidianamente in Israele per tenere desta l’attenzione sugli ostaggi catturati il 7 ottobre.



Torna alle notizie in home