UCRAINA, BINETTI (UDC): SERVE TREGUA PER TROVARE ACCORDI DIPLOMATICI

“Papa Francesco ha chiesto una tregua per la Santa Pasqua. Una tregua che potrebbe essere essenziale per lavorare seriamente sugli accordi diplomatici. È indispensabile individuare un tempo in cui le armi tacciano per restituire pace e serenità a tutti, a cominciare dal popolo ucraino, vittima oggettiva di questi massacri”. Questo quanto scritto in comunicato in merito alla situazione attuale in Ucraina di  Paola Binetti senatrice dell`Udc.

“L’Unione Europea ha bisogno della Russia non meno di quanto abbia bisogno dell’Ucraina e Russia e Ucraina hanno bisogno dell’Europa se non vogliono vedersi costrette a rompere con l’Occidente e a fare una opzione definitiva per l’Oriente. Non possono ignorare la loro storia e la loro cultura, le loro radici e tutta la fitta rete di rapporti umani e scientifici, commerciali e culturali, che per secoli ha coinvolto l’Europa in un comune grande sogno: l’Unione Europea come realtà viva in espansione costante, all’insegna della solidarietà tra i popoli e della libertà nella circolazione di merci e persone, di dati e di informazioni, di brevetti e tecnologie” ha concluso Binetti.

“Papa Francesco ha chiesto una tregua per la Santa Pasqua. Una tregua che potrebbe essere essenziale per lavorare seriamente sugli accordi diplomatici. È indispensabile individuare un tempo in cui le armi tacciano per restituire pace e serenità a tutti, a cominciare dal popolo ucraino, vittima oggettiva di questi massacri”. Questo quanto scritto in comunicato in merito alla situazione attuale in Ucraina di  Paola Binetti senatrice dell`Udc.

“L’Unione Europea ha bisogno della Russia non meno di quanto abbia bisogno dell’Ucraina e Russia e Ucraina hanno bisogno dell’Europa se non vogliono vedersi costrette a rompere con l’Occidente e a fare una opzione definitiva per l’Oriente. Non possono ignorare la loro storia e la loro cultura, le loro radici e tutta la fitta rete di rapporti umani e scientifici, commerciali e culturali, che per secoli ha coinvolto l’Europa in un comune grande sogno: l’Unione Europea come realtà viva in espansione costante, all’insegna della solidarietà tra i popoli e della libertà nella circolazione di merci e persone, di dati e di informazioni, di brevetti e tecnologie” ha concluso Binetti.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli