Arriva Apocalisse4800: mezza Europa ha caldo

Mezza Europa ha caldo: condizionatori alle stelle, nel Vecchio Continente, in barba ad ogni morigeratezza energetica. Una “apocalisse di calore” sta travolgendo in queste ore l`’Europa occidentale che oggi, secondo la Bbc, dovrà affrontare temperature ancora più soffocanti mentre una feroce ondata di caldo si dirige verso Nord.

In Francia e nel Regno Unito sono stati emessi avvisi di caldo estremo, mentre la Spagna settentrionale ha registrato ieri temperature di 43°C lunedì.
Gli incendi in Francia, Portogallo, Spagna e Grecia hanno costretto migliaia di persone a evacuare le proprie case.
Si prevede che il Regno Unito oggi vedrà la sua giornata più calda di sempre e gli esperti affermano che parti della Francia stanno affrontando una “apocalisse di caldo”.
Diverse parti della Francia hanno visto i loro giorni più caldi in assoluto con la città occidentale di Nantes che ha registrato 42°C, ha affermato l’ufficio meteorologico nazionale.
Gli incendi degli ultimi giorni hanno costretto più di 30.000 persone a fuggire, con rifugi di emergenza allestiti per gli sfollati.
La Gironda, una popolare regione turistica nel sud-ovest, è stata particolarmente colpita, con i vigili del fuoco che hanno combattuto per controllare gli incendi che hanno distrutto quasi 17.000 ettari di terra da martedì scorso.

Il clima è già cambiato: numerose proiezioni scientifiche indicavano il 2050 come l`anno del cambiamento climatico estremo con temperature fino a 40°C all`ombra anche sul Nord Europa, in particolare sulle Isole Britanniche.
Ebbene con 28 anni di anticipo, dopo siccità, incendi, 45°C diffusi su mezza Europa, ecco che la `profezia` si avvera: il caldo nordafricano raggiunge anche la Terra d`Albione, l`Inghilterra, con valori termici eccezionali ed incredibili fino a 10/20 anni fa.
Dal Sahara fino a Londra, il caldo nordafricano risale fino al Mare del Nord: pochissimi abitanti avevano immaginato uno scenario così catastrofico e per questo il climatizzatore non è presente nella gran parte delle abitazioni; pochissimi londinesi hanno mai sperimentato temperature oltre i 35 gradi. Noi italiani, dal 10 Maggio, abbiamo convissuto costantemente con picchi oltre i 35 gradi su gran parte del Paese, coste e montagne escluse.
Coste e montagne escluse dal caldo? Mica tanto, con l`anticiclone Apocalisse4800 lo zero termico ha raggiunto i 4800 metri (da qui deriva il nome) e, negli ultimi giorni, anche in montagna il termometro è impazzito: per il caldo si aprono nuovi crepacci, anche sulla Marmolada, con la peggiore crisi dei ghiacciai degli ultimi anni.
Più ad ovest sui Pirenei, nel Principato di Andorra, si sono registrati addirittura 38,7°C a circa 900 metri di quota.
E se il clima è già cambiato, non ci sono pensieri `dolci` neanche per il prossimo futuro: un autorevole modello meteorologico prevede per fine Luglio un aumento della temperatura del Mediterraneo fino a 32°C, proprio in Italia, sul bacino del Tirreno meridionale: temperature folli dell`acqua che ci porterebbero verso un clima tropicale, la famosa tropicalizzazione prevista dagli scienziati.

Mezza Europa ha caldo: condizionatori alle stelle, nel Vecchio Continente, in barba ad ogni morigeratezza energetica. Una “apocalisse di calore” sta travolgendo in queste ore l`’Europa occidentale che oggi, secondo la Bbc, dovrà affrontare temperature ancora più soffocanti mentre una feroce ondata di caldo si dirige verso Nord.

In Francia e nel Regno Unito sono stati emessi avvisi di caldo estremo, mentre la Spagna settentrionale ha registrato ieri temperature di 43°C lunedì.
Gli incendi in Francia, Portogallo, Spagna e Grecia hanno costretto migliaia di persone a evacuare le proprie case.
Si prevede che il Regno Unito oggi vedrà la sua giornata più calda di sempre e gli esperti affermano che parti della Francia stanno affrontando una “apocalisse di caldo”.
Diverse parti della Francia hanno visto i loro giorni più caldi in assoluto con la città occidentale di Nantes che ha registrato 42°C, ha affermato l’ufficio meteorologico nazionale.
Gli incendi degli ultimi giorni hanno costretto più di 30.000 persone a fuggire, con rifugi di emergenza allestiti per gli sfollati.
La Gironda, una popolare regione turistica nel sud-ovest, è stata particolarmente colpita, con i vigili del fuoco che hanno combattuto per controllare gli incendi che hanno distrutto quasi 17.000 ettari di terra da martedì scorso.

Il clima è già cambiato: numerose proiezioni scientifiche indicavano il 2050 come l`anno del cambiamento climatico estremo con temperature fino a 40°C all`ombra anche sul Nord Europa, in particolare sulle Isole Britanniche.
Ebbene con 28 anni di anticipo, dopo siccità, incendi, 45°C diffusi su mezza Europa, ecco che la `profezia` si avvera: il caldo nordafricano raggiunge anche la Terra d`Albione, l`Inghilterra, con valori termici eccezionali ed incredibili fino a 10/20 anni fa.
Dal Sahara fino a Londra, il caldo nordafricano risale fino al Mare del Nord: pochissimi abitanti avevano immaginato uno scenario così catastrofico e per questo il climatizzatore non è presente nella gran parte delle abitazioni; pochissimi londinesi hanno mai sperimentato temperature oltre i 35 gradi. Noi italiani, dal 10 Maggio, abbiamo convissuto costantemente con picchi oltre i 35 gradi su gran parte del Paese, coste e montagne escluse.
Coste e montagne escluse dal caldo? Mica tanto, con l`anticiclone Apocalisse4800 lo zero termico ha raggiunto i 4800 metri (da qui deriva il nome) e, negli ultimi giorni, anche in montagna il termometro è impazzito: per il caldo si aprono nuovi crepacci, anche sulla Marmolada, con la peggiore crisi dei ghiacciai degli ultimi anni.
Più ad ovest sui Pirenei, nel Principato di Andorra, si sono registrati addirittura 38,7°C a circa 900 metri di quota.
E se il clima è già cambiato, non ci sono pensieri `dolci` neanche per il prossimo futuro: un autorevole modello meteorologico prevede per fine Luglio un aumento della temperatura del Mediterraneo fino a 32°C, proprio in Italia, sul bacino del Tirreno meridionale: temperature folli dell`acqua che ci porterebbero verso un clima tropicale, la famosa tropicalizzazione prevista dagli scienziati.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli