Paola Taverna e il giallo del post scomparso

E’ un San Pietro e Paolo amaro per la senatrice Paola Taverna: nel giorno del suo onomastico, infatti, un giallo investe la sua comunicazione social. Nella pagina ufficiale Facebook la Senatrice ha  pubblicato un post in cui chiedeva conto a Grillo della sua delegittimazione di Conte come capo politico del M5S. L’incidente diplomatico sarebbe stato causato da un membro del suo staff già prontamente allontanato.

Intercettata telefonicamente dall’AdnKronos, la Taverna, in lacrime, ha dichiarato: “Non so se voleva pubblicarla sulla sua pagina, non so cosa diavolo sia successo, so solo che mi ha ammazzata e che ho chiesto di allontanarlo immediatamente. Mi ha fatto un danno incredibile, io non riesco ancora a credere sia successo”. E ancora : “Ho chiamato Conte, ora sentirò Beppe, ma sono disperata mai avrei fatto o pensato nulla di simile, perché, mi chiedo, perché è successa questa cosa?”.

Lo staff della senatrice ha poi provveduto a trasmettere quanto segue: “Questa mattina è apparso sulla mia pagina Facebook un post, subito cancellato, pubblicato per errore da uno dei miei assistenti. Il post era destinato alla sua pagina personale, ma ha sbagliato accesso alla piattaforma. Il post ovviamente non rispecchia in alcun modo le mie opinioni. Prenderò provvedimenti verso la persona in questione”.

(Mariangela Marchioni)

E’ un San Pietro e Paolo amaro per la senatrice Paola Taverna: nel giorno del suo onomastico, infatti, un giallo investe la sua comunicazione social. Nella pagina ufficiale Facebook la Senatrice ha  pubblicato un post in cui chiedeva conto a Grillo della sua delegittimazione di Conte come capo politico del M5S. L’incidente diplomatico sarebbe stato causato da un membro del suo staff già prontamente allontanato.

Intercettata telefonicamente dall’AdnKronos, la Taverna, in lacrime, ha dichiarato: “Non so se voleva pubblicarla sulla sua pagina, non so cosa diavolo sia successo, so solo che mi ha ammazzata e che ho chiesto di allontanarlo immediatamente. Mi ha fatto un danno incredibile, io non riesco ancora a credere sia successo”. E ancora : “Ho chiamato Conte, ora sentirò Beppe, ma sono disperata mai avrei fatto o pensato nulla di simile, perché, mi chiedo, perché è successa questa cosa?”.

Lo staff della senatrice ha poi provveduto a trasmettere quanto segue: “Questa mattina è apparso sulla mia pagina Facebook un post, subito cancellato, pubblicato per errore da uno dei miei assistenti. Il post era destinato alla sua pagina personale, ma ha sbagliato accesso alla piattaforma. Il post ovviamente non rispecchia in alcun modo le mie opinioni. Prenderò provvedimenti verso la persona in questione”.

(Mariangela Marchioni)

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli

Che destra sarà

Stalingrado Caporetto Puglia

La caduta del capitano 

Referendum sul Pdexit

Emme Vs Emme