A LOSAIL VOLANO LE SUZUKI, MARQUEZ SECONDO

Brillano le Suzuki nelle prove libere di Doha posizionandosi primo e terzo, confermano le sensazioni positive nei test: la casa giapponese ha trovato potenza senza perdere guidabilità. “Bel lavoro in questo primo giorno in pista, Velocità ok, nel motore abbiamo fatto passi avanti, sul telaio non abbiamo ancora deciso quale usare”, queste le parole di Rins. Tra i due Marc Marquez, che fino a ieri ha provato a nascondersi, dichiarando di non essere al top fisicamente e di non poter puntare al gradino più alto del podio nella prima gara. Lo spagnolo ha cosi commentato la sua prova: “Quando cerco di andare più forte in realtà vado più piano, ma di sicuro in Mandalika ho capito come si debba guidare questa moto, anche dal punto di vista fisico mi piace. Ma non riesco ad essere più aggressivo, davanti non è come piace a me. Per ora non riesco a lottare per la vittoria”. Insegue la Ducati su una pista da sempre a lei favorevole. Lo fa con Martin, migliore in sella alla Desmosedici con il quarto tempo, mentre gli ufficiali faticano. Sesto Miller e decimo  Pecco Bagnaia, che conferma di soffrire il primo giorno di prove su questo circuito. Morbidelli invece chiude al quinto posto.

Brillano le Suzuki nelle prove libere di Doha posizionandosi primo e terzo, confermano le sensazioni positive nei test: la casa giapponese ha trovato potenza senza perdere guidabilità. “Bel lavoro in questo primo giorno in pista, Velocità ok, nel motore abbiamo fatto passi avanti, sul telaio non abbiamo ancora deciso quale usare”, queste le parole di Rins. Tra i due Marc Marquez, che fino a ieri ha provato a nascondersi, dichiarando di non essere al top fisicamente e di non poter puntare al gradino più alto del podio nella prima gara. Lo spagnolo ha cosi commentato la sua prova: “Quando cerco di andare più forte in realtà vado più piano, ma di sicuro in Mandalika ho capito come si debba guidare questa moto, anche dal punto di vista fisico mi piace. Ma non riesco ad essere più aggressivo, davanti non è come piace a me. Per ora non riesco a lottare per la vittoria”. Insegue la Ducati su una pista da sempre a lei favorevole. Lo fa con Martin, migliore in sella alla Desmosedici con il quarto tempo, mentre gli ufficiali faticano. Sesto Miller e decimo  Pecco Bagnaia, che conferma di soffrire il primo giorno di prove su questo circuito. Morbidelli invece chiude al quinto posto.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli