LA GHIGLIOTTINA quanto è caro o’ cafè pure col pos non lo posso pagà

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il mio diritto di dirti “rompipalle”. Mutuando un noto detto, ci sembra di sentirlo Matteo Salvini, che ci tiene a chiarire che è un liberale, quando dice: “Se uno vuole pagare due euro il caffè con la carta di credito è solo un rompipalle. Io cerco di pagare in contanti, perché a me piace andare a prelevare al bancomat”. Così il vicepremier e spina nel fianco titolare della premier soffia sul fuoco della polemica sui pagamenti con contanti. Una querelle che distoglie dal vero problema: gli italiani più che poter scegliere di pagare liberamente cash o con carta vorrebbero poter spendere il giusto, per un caffè. Quando il leader di ciò che resta della Lega parla di due euro, dice – stavolta – una cosa sensata, purtroppo. Per non parlare di quanto costa un caffè seduti in certi bar del centro: altro che bancomat, ci vorrebbero delle cambiali. Il costo della vita non è alla portata delle tasche degli italiani, che come se non bastasse vanno incontro a una crisi senza precedenti. Figuriamoci se hanno tempo e fantasia – come si suol dire – di stare appresso a quello che va blaterando Salvini.

Non sono d’accordo con quello che dici, ma difenderò fino alla morte il mio diritto di dirti “rompipalle”. Mutuando un noto detto, ci sembra di sentirlo Matteo Salvini, che ci tiene a chiarire che è un liberale, quando dice: “Se uno vuole pagare due euro il caffè con la carta di credito è solo un rompipalle. Io cerco di pagare in contanti, perché a me piace andare a prelevare al bancomat”. Così il vicepremier e spina nel fianco titolare della premier soffia sul fuoco della polemica sui pagamenti con contanti. Una querelle che distoglie dal vero problema: gli italiani più che poter scegliere di pagare liberamente cash o con carta vorrebbero poter spendere il giusto, per un caffè. Quando il leader di ciò che resta della Lega parla di due euro, dice – stavolta – una cosa sensata, purtroppo. Per non parlare di quanto costa un caffè seduti in certi bar del centro: altro che bancomat, ci vorrebbero delle cambiali. Il costo della vita non è alla portata delle tasche degli italiani, che come se non bastasse vanno incontro a una crisi senza precedenti. Figuriamoci se hanno tempo e fantasia – come si suol dire – di stare appresso a quello che va blaterando Salvini.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli