Calcio, Serie A: vince la Juve, il Lecce ferma il Napoli

La Juventus di Massimiliano Allegri ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo. Tre punti conquistati grazie al secondo calcio di punizione vincente di fila di  Vlahovic e da un gol del neo acquisto Arek Milik nel finale. La squadra di Gotti non demerita e, spesso, mette in difficoltà i bianconeri. Tra le note positive nella serata dei bianconeri sicuramente c’è il ritorno in campo di Di Maria e Kostic nella parte finale della partita. Allo Stadium presente anche il neo acquisto Paredes. Con questa vittoria la Juventus sale a quota 8 in classifica. Al Maradona invece succede tutto in sei minuti del primo tempo: il portiere azzurro Meret para un rigore a Colombo al 25′, poco dopo Elmas segna l’1-0 per i partenopei, dunque lo stesso Colombo fa 1-1 al 31′ con un gran gol di sinistro da fuori. Tanti cambi per Spalletti (sei) tra i titolari, ma Raspadori e Ndombélé escono all’intervallo.
Napoli a 8 punti, il Lecce sale a quota 2.

La Juventus di Massimiliano Allegri ottiene il massimo risultato con il minimo sforzo. Tre punti conquistati grazie al secondo calcio di punizione vincente di fila di  Vlahovic e da un gol del neo acquisto Arek Milik nel finale. La squadra di Gotti non demerita e, spesso, mette in difficoltà i bianconeri. Tra le note positive nella serata dei bianconeri sicuramente c’è il ritorno in campo di Di Maria e Kostic nella parte finale della partita. Allo Stadium presente anche il neo acquisto Paredes. Con questa vittoria la Juventus sale a quota 8 in classifica. Al Maradona invece succede tutto in sei minuti del primo tempo: il portiere azzurro Meret para un rigore a Colombo al 25′, poco dopo Elmas segna l’1-0 per i partenopei, dunque lo stesso Colombo fa 1-1 al 31′ con un gran gol di sinistro da fuori. Tanti cambi per Spalletti (sei) tra i titolari, ma Raspadori e Ndombélé escono all’intervallo.
Napoli a 8 punti, il Lecce sale a quota 2.

Pubblicitàspot_img
Pubblicitàspot_img

Ultimi articoli